batterie ricaricate ….

Ci sono delle settimane in cui mi pare che le mie batterie si scarichino in un nanosencondo e non c’è sonno che tenga mi sento sempre off. Di solito sono i periodi in cui ho la mente occupata dai pensieri soprattutto da fantasticherie.. ma non quelle fantasticherie belle di cui parlavo ieri; quelle che sono simili a sogni .. anzi : per dirla come Giacobbe direi che sono più simili a seghe mentali. Praticamente mi sto facendo film mentali che neppure Spilberg. Quando sono in questi periodi ci sono pochi antidoti; il più forte è di certo la presenza e l’affetto delle persone che amo di più e quindi sabato mi sono fatta una full immersion di tempo passato con mia sorella Laura che ha otto anni in meno di me e che vive a Torino… che bella giornata!!!! borse mof lauraMattinata al mercato come le comari in giro per bancarelle a scegliere vestiti e mi succede nell’ordine:

  • prendo la macchina con dentro il portafoglio di mio marito arrivo in orario all’appuntamento faccio la spesa di verdura con simpatico carrello vintage e mentre sono li concentrata mi chiama mio marito che manco Belzebù (e per fortunata chela macchina la piglio raramente) lascia il carrello al banco corri alla macchina ( parcheggiata al 1 chilometro) aspetta il marito beccati la lavata di capa che manco se fossi adolescente…. torna in stazione e recupera sorella
  • durante il mitico giro al mercato mi fermo a prendere il pane ad una “bancarella” dove lo fanno loro con farine buonissime .. ne decanto le lodi e il commesso quando tocca a me per baccagliare mia sorella fa “diamo un biscotto alla bimba” chiaramente alludendo al fatto che io fossi la madre …. santi tutti incolonnati cioè roba che ringrazia che sei sul furgoncino che se mi arrampico ti rifaccio la faccia non esattamente come quella di Daved Beckam… insomma praticamente mi sono pigliata della vecchia THO
  • dopo due ore di guarda ridi spendi e spandi torno al banco verdura chido il mio carrello .. il tipo : com’è? io – con gli orsetti- Lui: ce ne sono due…. Io ma veroooooooooo????? ma come diavolo è possibile statisticamente che zio billo non vado mai al mercato, ci vado con un carrello che non è proprio signorile ma più da diciamo tossicodipendente in presa ad astinenza da LSD e un’altra donna ce l’a ugualeeeee!!!!!!!!  Eh niente stare a ca no eh!!!!
  • Andiamo al banco della merceria per prendere il nastro per fare i manici dii una borsa …. discuti con tua sorella sul colore.. è nero no è marrone no è nero … arriva il commesso e a chi da ragione … a lei ovviamente

Riflessione: mai andare in giro al mercato con le gnocche!!!

fioriIl pomeriggio abbiamo prodotto due bellissime borse dopo aver seguito un video condiviso su FB dove ovviamente le misure della tracolle non tornavano e abbiamo fatto un tantino di giunte tipo matematicamente a m….a. Ma il risultato è davvero soddisfacente. La sera abbiamo cenato assieme e per l’occasione abbiamo sperimentato una ricetta del libro Fatto in casa da Benedetta 2  “crostata salata alla cipolla rossa” che è venuta davvero ottima noi abbiamo usato le cipolle di tropea, ve la consiglio perché è velocissima da fare e davvero buonissima….. almeno in cucina mia sorella ancora la batto ahahah. Per dessert ho fatto dei muffin cioccolato e pere usando delle pere che praticamente si sono suicidate buttandosi da sole nell’impasto e le gocce di cioccolato bianco della Perugina … non vi sto neppure a dire quanto fossero buoni (fossero passato remoto perché ormai non c’è più neppure la teglia sporca).

Dopo la bellissima serata mi sono gettata a capofitto in una domenica creativa ma di apprendimento.. ho iniziato un po’ mogia sempre per la mente non libera ma poi tutto è decollato grazie come sempre alla compagnia e alla creatività che piano piano  snoda i miei pensieri come fossero una corna del rosario e mi fa arrivare a fine giornata con il cuore più leggero e pronta ad affrontare un’altra settimana. portalavoro monicaBhe dopo sto pippone di post (grazie per averlo letto tutto) vi auguro una sfavillante settimana ricca di pace e tranquillità.

Annunci

…dondolando

minions altalena_bL’altro giorno mentre ero in treno e leggevo alcune notizie sul cellulare mi sono imbattuta in un’informazione interessante. Quanti da voi da bambini amavano andare sull’altalena? io adoravo andarci anzi mi ricordo che quando andavamo al mercato il lunedì andavo sempre con mamma ai giardini apposta per farci qualche giro poi il mio papà quando è arrivata mia sorella ne ha costruita una tutta per noi … che meraviglia!! Non lo so il bello non era proprio il fatto di volare in alto ma proprio il dondolare: quante chiacchiere fatta seduti su quell’altalena…. Oppure quanti di voi hanno il dondolo bello imbottito fuori in giardino sul quale passate i pomeriggi estivi belli rilassati a leggere un libro o si godono una domenica pomeriggio su una bella amaca tirata tra due alberi in giardino (mica per nulla si parla di amaca cosmica quando si pensa al dolce far nulla). Ebbene ho letto che alcuni ricercatori hanno fatto uno studio hanno scoperto che il fatto di possedere un dondolo renda meno cupi, meno ansiosi e meno tesi… e voilà abbiamo trovato il regalo adatto a buona parte delle persone che conosciamo direi ahahha. Mi sembra una bella scoperta chissà magari ci riconnette con qualche ritmo infantile… l’articolo non lo specificava; era una di quelle notizie flash … ma mi ha fatto sorridere.

….a Pradeltorno e non per la fine del mondo

Venerdì sera ho raggiunto Monica de Letricotpatchwork al corso annuale che lei tiene in un rifugio in Val Pellice precisamente a Pradeltorno. Questo appuntamento è sempre pieno di emozioni perchè incontrare tante creative assieme che non si conoscono è sempre meravigliosamente energetico. In queste situazioni mi sento sempre nel mio elemento… tutto fluisce con armonia e non percepisco tensioni…. e come sempre siamo state benissimo. Quest’anno ho scelto una coperta davvero a un livello superiore rispetto alle mie capacità ma ci ho dato dentro e sono riuscita a fare i blocchi fondamentali… vi faccio vedere le foto di quelli realizzati dalla maestra in seguito vedrete i miei che sono ancora da sistemare con il punto festone. Alcune hanno portato coperte da finire .. altre ne hanno finita una e iniziata una nuova altre addirittura hanno finito la prima e quasi la seconda…

La borsa che vedete in foto è un portalavoro…. obiettivo personale del prossimo corso perchè assolutamente non posso non averla. come sempre abbiamo mangiato come non ci fosse un domani e abbiamo riso tantissimo, scambiato ricette account istagram e consigli di cucito. Tante donne assieme fanno sì un gran casino ma creano un clima davvero eccezionale e generativo di belle emozioni e di ricordi che porterò per sempre nel cuore… e ora bando ai sentimentalismi rimanete sintonizzati perchè presto avremo un nuovo contest e vi farò vedere la mia interpretazione dei blocchi della coperta.  Grazie alle compagne di viaggio 

 

AMICIZIE

domenica ho partecipato  alla festa dei 25 anni di apertura del negozio di Monica  Letricotpatchwork a Luserna San giovanni una giornata bellissima passata in ottima compagnia imparando un nuovo progetto cioè la borsa portafoglio… ovviamente poiché usavamo le stoffine con i gatti non potevo davvero esimermi.

Come sempre passare le domeniche con Monica è bellissimo perché impari un sacco di cose .. torni a casa con il progetto finito e lei è sempre super ospitale….anche questa volta non si è lesinato con il cibo.. ma d’altronde con tutto il movimento fatto …. ahahhahah.

Bellissimo gruppo che come sempre mi fa tornare a casa con la mente più leggera e il cuore pieno di gioia, grazie davvero non posso davvero che augurare altri di questi 25 anni di creatività assieme.

SCALDACOLLO

Lo so lo so .. tra scialli sciarpe e scaldacolli quest’anno mi sono leggermente lasciata andare… so bene di avere un solo collo ma quanti vestiti abbiamo da abbinarci?

La mitica Laura Soria ha studiato un progetto di scaldacollo freeform che sembrava fatto apposta per un paio di matasse avevo li ferme e ancora nona avevano trovato allocazione e quindi…

quindi ovviamente ho aprtecipato ed eco che cosa ho prodotto…

mi piace molto perchè è davvero particolare… gli oggetti freeform sono veramente unici.. ogni hand made lo è (starete pensando) ma il crochet freeform rende un qualsiasi capo una vera opera d’arte …. ecco dunque la mia interpretazione dle progetto. Grazie mille a Laura e alle sua superlative idee … buona settimana a tutti per fortuna questa è lavorativamente corta.

BUONA PASQUA

E anche la Pasqua è andata … e stranamente non ha piovuto pare quasi incredibile sarà merito della navicella spaziale che si deve schiantare su di noi? 19114032_10216125282555626_4440537982697226515_n

ahahah … scherzi a parte erano previsti freddo e pioggia per fortuna sono cambiate ….

come sempre le festività si contraddistinguono per i pranzi epocali…oggi io e mio marito eravamo da soli quindi ci siamo coccolati ma senza esagerate.

nel pomeriggio mi sono data una mossa e ho ultimato il quarto  il quinto blocco le serendipty.. mi piace sempre di più questa avvenuta che mi permette di prendere dimestichezza con le applique e di finire un po’ di materiale che ho li da parecchio tempo

… i pensieri continuano ad affollare la mia mente la stanchezza non aiuta…. chissà se in effetti è ancora colpa dal ferro oppure è l’effetto di anni di sveglia alle 5 del mattino… ai posteri l’ardua sentenza .. prima o poi dovrò pure prendere una decisione su questo piccolo problema logistico

 

DIAMO COLPA A….

Ciao a tutti sono super latitante in questo periodo… ma ho una super nuova scusa una discreta anemia con carenza di ferro che sto integrando con compressa… do la colpa a questo per le dimenticanze di questo periodo direi che si può fare è un buon alibi e pure socialmente accettato… anemia

In questo periodo sto studiando parecchio e nuovi progetti prendono vita nella mia testolina sia per la vita hobbistica che in quella lavorativa continuo a confidare nelle previsioni di Paolo Fox…

intanto continua la saga delle foto intelligenti … il 19 era la festa del papà non potevo non incastrarlo … e poi mi stupisco che non trovo foto serie da mettere in curriculum guardate qua che bella famiglia di pazzerelli.happy familya

Per fortuna un po’ le temperature stanno migliorando, è cambiata l’ora ora la sera c’è più luce… che orrore così si ha sempre la sensazione di dover ancora fare qualcosa…. pant pant il relax arriva sempre più tardi e poi è ora di dormire perché altrimenti chi si alza alle 5.30?

ultimamente questa cosa dello svegliarmi presto mi pesa parecchio come pure le ore passate in treno, una volta ci ricamavo persino adesso proprio sono fortunata se non mi addormento già al Lingotto. Certo anche l’aria di primavera non aiuta … tra pochi giorni inizia aprile dolce dormire…. primavera

Intanato continuo con i miei progetti ho uno scialle a maglia ad ottimo punto e un bel progetto ad uncinetto che deve partire … in più vi devo ancora far vedere la quarta tappa del serendipyty … nel fine settimana ve lo faccio vedere assieme al quinto che devo ancora terminare; spero anche di imparare a fare i calzini a magli ma ad ora faccio solo macello.. adesso auguro a tutti una buona notte e soprattutto che i vostri sogni si possano esaudire