libri · me

LIBRO 29/19

Mi sono accorta adesso di non aver scritto neppure un post natalizio, a dire il vero è da parecchio che non scrivo. Il mese di dicembre quest’anno , più del solito, è passato velocemente. Nessuno me ne voglia, non volevo essere sgarbata; spero abbiate passato delle vacanze natalizie meravigliose …. o almeno vacanze. Eh già perchè in questo iperbolico consumismo dicembre per commessi e negozi tutto è tranne che facile da passare ( si lo so che grazie agli acquisti natalizi il commercio fa un po’ festa ma so anche che gran parte delle cose che si comprano spesso non servono e rientrano nella categoria quisquiglie).

Anche la lettura ne ha un po’ risentito, complice il tempo passato ai fornelli o tra le braccia di qualcuno, ho preferito fare altro ….anche al lavoro.

dove si nasconde l’amore

L’ultimo libro di quest’anno ( lo so è un peccato non essere arrivati a 30 ma dubito fortemente di riuscire a portarmi a casa anche solo un libercolo in due giorni) è un libro che racconta la storia di una donna … una madre e il dolore che vive per diventarlo… è la storia del dolore delle donne cui nasce un figlio prematuro e passano il tempo in ospedale, inconsolabili ma forti come rocce.

Ecco non spoilero nulla se non che questo è davvero un libro denso di emozioni , descritte come se le potesse sentire anche il lettore… un libro per me anche un po’ duro… sentire questo dolore mi fa pensare che io non ne sarei capace, forse è per questo che non sono madre chi lo sa: di certo le emozioni di queste pagine ti trascinano in un mondo ancora troppo nascosto. Ecco si intitola “Lo spazio bianco” quello spazio che si frappone tra una madre e la possibilità di abbracciare il figlio.

Consiglio a tutti di leggerlo, non è molto lungo ed è scritto in modo veramente scorrevole e piacevole nonostante la durezza del tema.

creatività · me · relax

PASSEGGIATE IN CENTRO

Come spesso accade siamo talmente presi da eventi in grandi città o pubblicizzati sui social che rischiamo di perderci quelli vicini a casa. Domenica io e Silvio (evento epocale) abbiamo fatto un giro ai mercatini di Pinerolo siamo rimasti stupefatti dal bel lavoro fatto … il centro è romantico e rilassante, mi è davvero piaciuta l’atmosfera che hanno creato.

Devo dire che in quest’ultimo anno il centro cittadino ha cambiato decisamente volto riempiendosi e rivitalizzandosi grazie ad una serie di piccoli negozi creativi con un sottile e particolare gusto estetico.

emozioni domenicali

Mi ha super colpito l’area allestita nel teatro dedicato proprio agli artigiani, artigiani che seguo su IG e vedere dal vivo le loro meraviglie è stato davvero emozionante vi invito, se amate il genere, e come si fa a non amarlo, a fare un giro in centro questo week end perché per i regali di Natale non si può proprio non andarci.

home · libri · me · relax

LIBRO 27/19

Accidenti arriva a fine anno un libro che mi sento assolutamente di consigliare per le vacanze Natalizie; è stata una sorpresa davvero inaspettata, un autore, Matteo Bussola, che non avevo mai neppure sentito.

adorabile

Anche in questo caso una copertina bellissima e un titolo che con la sua dolcezza ha stuzzicato la mia immaginazione “notti in bianco, baci a colazione”. Un libro composto da capitoletti brevissimi che sono degli scorci di vita familiare brevissimi che ti fanno andare a dormire con la dolcezza nel cuore e che in treno più di una volta mi hanno stampato un sorriso 44 denti sul viso.

Insomma un libro scorrevole, dolce ma non melenso che raccontala vita di un papà alle prese con le tre figlie e la moglie e tre cani e un lavoro non riconosciuto e con delle scelte criticate…insomma la vita di tutti ahahah.

Mi è davvero piaciuto tanto, mi è spiaciuto averlo finito avrei voluto ci fosse un volume due … tranquillizzerei i grinch del sentimentalismo che non è un libro da latte alle ginocchia …ve lo dice una che non ama troppo i salamelecchi emotivi … Che dire se avete ancora un regalo da comprare potrebbe essere la soluzione

libri · me · relax

LIBRO 26/19

Ho finito il libro 26 l’ho scelto perchè la copertina era bellissima, una donna con un abitino rosso in bilico su un filo che sta in equilibrio tenendo in mano un ombrello rosso pure lui. Il filo è tenuto in sospensione da due colonne doriche. Insomma una copertina bellissima coi miei colori preferiti e sicuramente evocativa… e poi che diamine centra la felicità con le colonne doriche e l’equilibrio? vi dico cosa ho capito alla fine della lettura: la felicità è da ricercare nell’equilibrio tra le cosa e nella ricerca dobbiamo farci sostenere dalle nostre radici filosofiche; perchè la filosofia non è lontana dalle nostre vite come alcuni professoroni vogliono farci credere per tenercela lontana, la filosofia permea la nostra vita quando ci fermiamo a pensarla.

pensare allunga la vita

Detto questo …piccola pillola da lettore devo dirvi che il libro è veramente bello e ben scritto, si legge rapidamente ma non è assolutamente banale. La storia è questa: la protagonista viene lasciata dal fidanzato e deve traslocare in un nuovo alloggio. Mentre prepara gli scatoloni le viene un colpo di genio … affrontare l’elaborazione di questo cambiamento affiliandosi per una settimana a sei suole filosofiche elleniche scelte da lei. Che dire un viaggio bello simpatico e profondo… mai banale ma con un sapore davvero moderno nell’approccio alla filosofia.

Non sto di certo a riassumervi i contenuti del viaggio, non avrebbe molto senso anche perchè, credo, il libro ha significati e insegnamenti differenti in base agli occhi del lettore che lo sta leggendo. Un viaggio da Epicuro ai Cinici passando dagli Scettici agli Stoici… un bel libro da regalare a Natale perchè di felicità e gioia ne abbiamo sempre bisogno … riflettere su questi concetti e su quale sia la via per arrivare a provare quelle emozioni non è mai un occasione buttata in un periodo storico dove rischiamo di essere sempre contagiati da cattivi pensieri.

libri · me · relax

LIBRO 22/19

Finito anche questo libro, l’ho scelto perché mi sembrava simpatico, il titolo mi ha catturata e poi ne avevo letto delle belle recensioni e allora vai di click. Invece una mattonazzo, praticamente la protagonista e la sua famiglia hanno degli strambi “poteri” , che non posso stare qui a raccontare altrimenti vi spoilero troppo. La storia è il racconto della vita di questa famiglia negli anni, della crescita dei figli e della loro evoluzione nel tempo proprio a causa di questi poteri.

non l’ho capito

Che dire l’ho trovato pensante nella scrittura e davvero poco eccitante, chissà come mai …per finirlo ci ho messo 2 settimane, anche se ha solo 332 pagine. Un libro che definirei visionario in cui le vere protagoniste sono le emozioni spesso decisamente amplificate … di tutti i personaggi. La protagonista è una bambina che riesce attraverso il gusto a scoprire le emozioni di chi ha cucinato il cibo che sta mangiando; ecco perchè tutto ruota attorno alle persone e a come lei gestisce i propri nel crescere con questa strana capacità.

Insomma per me è un libro che non consiglierei anche se non posso negare che ha il suo fascino. Il libro si intitola “l’inconfondibile tristezza della torna al limone” …. già la torta al limone non è tra le mie preferite … ora ho un motivo in più per non sceglierla ahaha

me · relax

CAFFE’

e a voi come piace il caffè… o meglio vi piace il caffè? in Italia è un po’ sacrilego ammettere di non amarlo … ancora peggio se non si ama l’espresso, eppure…. Diciamo che io la mattina in settimana amo il caffè espresso fatto con la moka ma se ho fretta perché ho dormito fino a tardi va benissimo quello delle capsule. Lo so pure queste capsule ormai sono il demonio ma alle 5 del mattino a me risolvono non pochi problemi … e di conseguenza anche ai miei colleghi (preservando il mio umore già solitamente pessimo la mattina).

Attorno al caffè c’è un mondo ..un po’ come al vino, anche se io non lo conosco per niente e ci capisco davvero poco di aromi e torrefazione. La cosa che io adoro del mondo del caffè potrete immaginare sono le tazzine e tutti i ari orpelli che gli gravitano attorno…. cose strane a me ovviamente ahahaha.

Nel fine settimana mi piace in modo particolare il caffè super lungo …. un tempo l’avrei definito all’americana adesso lo chiamo filtrato. Ne ho letto sul blog di The Blubird Kitchen (food blogger che adoro) e la cosa mi ha appassionato…. per altro a pochissimi euro ho comprato l’apposito “cono ” per metterci i filtri e devo dire che fare una bella colazione lenta mi da un altro sapore alla giornata. Certamente il caffè espresso è un’altra cosa ma devo dire che il mio palato ha ben gradito questa novità. E poi ragazzi quel turchese in cucina ci sta davvero da urlo ahahha, esistono ovviamente apposite macchine per fare il caffè così e caraffe super glamour … in realtà ce la si può cavare bene anche con i vasetti Bormioli ahhaaah

me · relax · Senza categoria

CALDO NON TI TEMO

Come mi piacerebbe poter dire una cosa del genere. La verità è che io in estate sono insopportabile, la reincarnazione di satana; dormo poco ho spesso il muso ….sudo divento rossa in viso subito mi si irritano le cosce se metto le gonne e con grande facilità mi si formano le bolle ai piedi insomma una strage. Lasciamo fatto tutto questo scoprirsi che non aiuta proprio l’autostima insomma io e l’estate non andiamo d’accordo in generale fin dai tempi delle elementari: perché finiva la scuola , non vedevo le amiche e c’è troppa luce insomma niente io sono una tipa autunnale.

Anche quest’anno ho deciso di fare l’abbonamento al parco Zoom perchè ho la fortuna di viverci vicino (15 minuti di auto). Onestamente mio marito non fa vacanze in estate io non ho voglia di farmi tutte le vacanze da sola … altre sì aborro l’idea di rimanere bellamente a casa a soffocare ….lo so lo so che in città è pure peggio.

Comunque ho deciso di andare in piscina tutti i sabati in modo da obbligarmi a riposare e a staccare dalla routine… in più è meglio che io stia un po’ lontano da casa se Silvio lavora perchè non ho un ottimo rapporto con le api. Meglio quindi andare via almeno non ci sono discussioni …lo so sarà poco profondo come comportamento ma francamente meglio fare cose separatamente.

A me piace il parco zoom …spesso lo sento criticare per il costo, che in effetti è decisamente elevato, ma io ritengo che se si voglio vedere ambienti e animali curati, puliti e sani non si può certo pagare il biglietto 10 euro. l’abbonamento è decisamente conveniente se si vive vicini: costa 130 euro è compreso parco piscina e parcheggio .. ci puoi andare quando vuoi…. insomma in quatto ingressi praticamente te lo ripaghi. L’obiettivo di quest’estate è quindi sfruttare l’abbonamento e usare il sabato per leggere come non ci fosse un domani anche con il sedere a mollo in acqua

creatività · knitting · me

UTILE E DILETTEVOLE

Adoro quando i miei hobby uniscono l’utile con il dilettevole. Come sapete mi piace molto fare maglia ma ancora sono a livello principianti ….. in questo periodo però nel negozio di lana dove mi rifornisco “Filosofia”, in via Buniva a Pinerolo, è partita un’iniziativa davvero lodevole. Esiste un’associazione che si chiama “Associazione cuore di maglia” che ha un sacco di associati sparsi in tutta Italia. Di cosa si occupa? di creare dei piccolissimi capi in maglia per i prematuri, questi capi vengono raccolti nelle diverse sedi e consegnate alle neonatologie che aderiscono all’iniziativa. Ho quindi aderito subito quando Antonella ha dato il via al Kal cuore dhttps://www.facebook.com/events/587652578381246/i maglia per fare la mantellina da consegnare alla neonatologia dell’Ospedale di Pinerolo. Se sapete Knittare invito tutte a cliccare sul link fb dell’associazione per vedere quella più vicino a voi in modo da poter portare il vostro contributo creativo

matti ne abbiamo?

Ecco noi ci siamo impegnate e siamo a metà dell’opera spero di poter consegnare presto la mantellina finita perché, insomma, è bello contribuire al benessere degli altri anche attraverso questi piccoli gesti.

me · relax

gite primaverili

Non so bene che rapporto abbiate voi con le gite ma io le adoro…. non lo so come mai forse le preferisco addirittura alle vacanze. Mi piace questa cosa del salire tutti assieme ordinati sul pullman… addormentarsi la mattina presto con la fronte schiacciata la finestrino e la sera quando si torna quello schiamazzare tipico delle scolaresche anche se a fare la gita, come in questo caso, non sono adolescenti ma adulte signore. Anche quest’anno c’è stata l’edizione primaverile della fiera di Bergamo, non potevamo nuovamente pernottare fuori quindi io Gisella e Antonella ci siamo aggregate a un gruppo creativo di Alpignano che ha organizzato un bus per andarci. Giro in giornata svegli alle 5 rientro previsto per le 20….

volersi bene

Chi mi conosce sa quanto io tenga alla puntualità … anzi sono pure un tantino maniacale sul tema…. ma mercoledì ho fatto tardi con la serata di Psicosintesi e che cosa succede? Che la mattina non mi sono svegliata cioè invece di alzarmi alle 5 mi sono alzata alle 5.50 Panicooooo!!!!

Ci siamo infilati in auto …che ovviamente era senza benzina…. il primo benzinaio era fuori servizio, cerca il secondo e il tempo pasa… io ero già in paranoia mio marito vi lascio immaginare …. abbiamo corso che Herby il maggiolone levati.. visti da fuori con Celestina sembravamo un cartone animato immagino… ma alla fine dopo un 100 metri di contromano siamo arrivati in tempo all’appuntamento (benedetta abitudine italiana del quarto d’ora accademico per qualsivoglia ambito). Una giornata merovigliosa, ho fatto un po’ di acquisti , ma non troppi (non avevo neppure una borsina a mano!) ma mi sono portata a casa un bel po’ di bellezza e di affetto. Grazie come sempre a chi mi accompagna in queste avventure e anche a mio marito che ben le tollera aaaah. Grazie a questa gita mi sono sentita nuovamente un po’ ragazzina.

creatività · knitting · me · relax

PROFUMO D’AMORE

modello free di Emma Fassio

la mia nipotina ha compiuto un mese ….un mese direi intenso in cui tantissime nuove emozioni mi hanno pervasa. La cosa che preferisco è guardarla fare le faccine e le boccacce ma cè una cosa che mi manda veramente in brodo di giuggiole cioè il suo profumo. So che l’amore ha molte forme ora per me ha anche un profumo preciso. Fare questo piccolo cardigan è stato davvero rilassante, un bel modello offerto da Emma Fassio, si chiama Piccolo Sandro. Ho utilizzato una merinos baby multicolor che giaceva li in attesa di un piccolo progetto. Ora la devo solo consegnare.