BERGAMO CREATTIVA

è vergognosamente tantisismo che non scrivo questo perchè l’ultimo mese è stato pieno di lavoro ed emozioni che si sono susseguite in modo decisamente tumultuoso.

Q’est’anno ho atteso con enorme piacere l’arrivo di ottobre perchè mi sono regalata con la mia amica Gsella una bella gita a Bergamo per andare alla fiera Bergamo creattiva… chi bazzica nel mondo della creatività sa che qeuste fiere sparse per l’Italia sono un modo per incontrarsi tra creative, tra conoscere le persone che magari per anni sono state solo una foto su FB oppure un blog che seguiano con affetto. Questo è il volto dei social che mi piace quello che ti mette contattoc on le tue passioni e crea davvero una rete che ti permette di tornare a casa più felice. Ovviamente queste fiere sono pure un luogo di perdizione… come si fa a non comprare nulla?

I grandi protagonisti ques’anno sono stati i gomitoli preferendo quelli di nicchia cioè i tinti a mano oppure quelli di marchio straniero che qui si possono acquistare solo online e quindi devi accolarti le spese di spedizione…

Devo dire che per me è stata la possibilità di star bene con Gisella e di incontrare Anna (ovviamente non ci siamo fatte neppure una foto) amica Bergamasca conosciuta sul forum xsp di puntocroce e dal vivo nel 2010 al raduno delle crocettine a Roma, lei è sempre bellisisma e gentilissima, una donna speciale che è sempre nel mio cuore.

Insomma, una fiera in cui sicuramente ho lasciato un po’ di euro ma che mi ha dato tantisisme emozioni, sognie  voglia di nuovi progetti

in tutto questo vi chiederete ebbè nessun casino con le Ferrovie? nessuno ritardo? Eh no stavolta no eravamo a posto pure con i biglietti … ecco i biglietti dopo averli fatti è importati leggerli ahahah. Tornando da Bergamo avevamo prentto un trano per Milano Porta Garibaldi peccato che abbiamo preso quello per milano centrale stupendoci anche che il controllore ci avesse fatto un po’ di qeustioni per salire a causa di un differente prezzo…noi ovviamente non pensiamo al fatto che fosse diversa la stazione di arrivo ma che trenord fornse applica tariffe diverse in orari diversi… eccerto ma si puà essere messe male cosììì … risultato apena ce ne siamo accorte siamo corse a Milano porta Garibaldi per prendere il freccia rossa che altrimenti potevamno aspettare fino a Natale chiamteci Tuonatevi lascio una foto che vale più di mille parole 20171007_191019

Ah ecco stavo dimenticando..abbiamo pernottato in B&B davvero meraviglioso che ci ha offerto una colazione spettacolare … si chiama l’Angolo del Poeta seriamente consiglato ottimo anche per chi, come noi , è senza macchina.  Il posto l’ha scelto Gisella una garanzia in questa come in altre cose.

Annunci

INVERSIONE DI TENDENZA

e niente ho sempre avuto il pollice nero e mai verde …se non con i fiori di plastica. Ma ho dei genitori che riescono a far nascere fiori sul cemento e colleghi che fanno proliferare la qualunque in ufficio…possibile mai che io non possa migliorare…. Eh niente allora non entrata in vivaio e ne ho scelte alcune… vi assicuro che le ho viste preoccupate… avessero avuto le gambe scappavano ajjahaha. vediamo se il prossimo anno le avrò ancora tutte con me …. ma sono determinata e io ho la capatosta.

ORGOGLIOSA

e già sono orgogliosa di me … mai avrei pensato di essere capace di creare una meraviglia del genere… io che ho sempre invidiato mia madre che sa usare i ferri mentre io non riuscivo ad imparare… e niente grazie alla mia amica Gisella mi sono gettata in questa avventura e devo darle ragione.

A chi é appassionato di maglia consiglio i modelli di otruta… belli e spiegati davvero benissimo nonostante l’inglese non si fa per niente fatica … molto più comprensibili di tante istruzioni in italiano lette finora. … e ora via verso nuove avventure ma oggi riposo e guardo filmetti in TV.

COPERTA GRANNY

ecco finalmente terminata la mia moodblanket … é troppo bello avere davanti agli occhi che in 100 giorni solo in tre sono stata di cattivo umore.. vuoi dire che in un anno sarà a data male 12 giorni…. peccato che a volte abbiamo la percezione esagerata del nostro malessere… questo é un buon modo per oggettivare e trovarsi con una bellissima coperta alla fine

MILLE BOLLE BLU

le settimane corrono veloci ma mi piace pensare che sto utilizzando bene tutto il tempo senza sprecarne guardando stupidità alla TV . Sono in pari con la tappa dello scialle che sta diventando sempre più bello (a presto le foto devo fare il collage perché ormai é troppo lungo per stare in una foto). Intanto ho iniziato un progetto della scuola freeform di Laura Soria …obiettivo creare bolle inserirle nelle grandi e fare una bellissima sciarpa.

Io amo questi lavori colorati perché mi danno gioia. i colori ci aiutano a potenziare le nostre emozioni per me una vita glamour non é certo blak and white…. mise che uso invece quando mi voglio nascondere o omologare…. ma anche a quel punto non rinuncio a un accessorio colorato. oggi é lunedì … lunedì prima delle ferie già assaporo il silenzio della sveglia …..

TETRIS DOMENICA

Dico una santa verità, anzi sacrosanta… anzi verità assoluta: le domeniche non sono mai abbastanza (questo credo trovi d’accordo chiunque indipendentemente dalle ideologie più disparate). Declino meglio le domeniche sono troppo poche per fare tutto quello che ci bazzica per la mente … non vi dico cosa passa nella mente di noi creative poi (e bada bene per creative non intendo Armani … ma chi come me ama dilettarsi con hobby end craft come si dice in inglese…almeno spero).

Insomma non vi nascondo che io godo come un riccio (nonostante non abbia di questo diretta esperienza) quando riesco ad incastrare tutti gli impegni creando una specie di giornata perfetta…. cioè una super combo di mercatini, amici e creatività cioè roba da jakpot… praticamente torni a casa apri la porta e senti il suono della vittoria.

amiche

Oggi avevo appuntamento con Gisella per andare a comprare la lana per il nostro nuovo progetto … ci cimenteremo con un KAL niente meno di West un bravissimo designer che crea scialli a maglia che ti lasciano di sale…. sia per struttura che per i colori..

ovviamente non potevo di certo lasciami scappare questa occasione… ma la lana giusta non ce l’avevo quindi abbiamo colto l’occasione per andare a trovare la mitica Ivana Battiston al mercato in via don Grioli a Torino. Missione compiuta lane acquistate… anzi già che ero li ne ho prese un po’ di più perché vuoi mica rimanere senza proprio quando esce un progetto perfetto per quel verde li no?

Quindi facciamo un bel giro al mercatino e c’erano un paio di cose che proprio li non ho potuto lasciare cioè una bellissima collana e anello la prima gialla in vetro e il secondo nei toni dell’arancio … assolutamente divini e ovviamente poco appariscenti ….ma che vi devo dire io li adoroooo.

Finito il nostro giro sono andata a pranzo da Enrico per la consueta festa della Madonnina dove ho potuto chiacchierare e rilassarmi con bellissime persone e quindi…. SUPER COMBO ho vinto tutto. Quindi penserete che non ho tutte le rotelle al posto giusto, il che corrisponde anche al vero ma quando hai domeniche così anche il lunedì ti pesa meno… ho detto meno…

TENEREZZA

un po di tempo fa Laura Soria , che mi sentite spesso nominare come designer e maestra di freeform ha pensato ad un’iniziativa davvero dolce.  Ha deciso di chiedere a tutte le creative di creare dei manicotti di lana per gli anziani con demenza senile … ma non manicotti banali no … manicotti che grazie all’inserimento di parti 3D garantiscano una vera e propria esperienza tattile…. questo aiuta il cervello a lavorare… potremmo dire che è una specie di sollecitazione che si garantisce al cervello mediante la sollecitazione degli organi di senso.

E’ un periodo in cui ho tanto da fare….ma questa iniziativa la dice lunga sulla levatura personale e no solo creativa di Laura ( che per altro è stata immaediatamente disponibile ad aiutarmi attivamente anche con la mia tesi) e non potevo certo non partecipare.

Ho tirato dentro l’avventura anche mia mamma che come ben sapete è il mio google personale… alla fine le risposte migliori continuo ad averle da lei altro che motori di ricerca moderni.. le mamme sanno tutto

Ecco quindi quanto prodotto… il tutto consegnato a Gisella che spedirà il tutto verso Ferrara. Quello di destra è il mio attaccare tutte quelle cose in modo che non si potessero staccare è stato un discreto incubo ahahahahha.

In questo meraviglioso sabato piovoso sono riuscita a portare a termine la quarta tappa del Kal di maglia cui partecipo su Raverly ed ecco come si presenta il lavoro, domani spero di riuscire a portare a termine la quinta, dopo aver disfatto non so quanti miliardi di volte ho finalmente capito come fare a non farmi fregare dalla distrazione