benvenuto….

benvenuto Sebastiano… ammazza te la sei presa comoda eh te ne stavi bello beato li a dondolarti sull’amaca cosmica ti hanno praticamente sradicato da li e tirato giù nel nostro mondo per la gioia della tua mamma e del tuo papà. E che bello che sei tutto bello caruccio con una bella voce e un corpicino da urlo tutto avviluppato in eleganti tutine. Dall’amaca cosmica sei passato all’abbraccio di due genitori e nonni e zie e amici che ti amano e ti accompagneranno in questa esperienza. Ti auguro che sia pieno di significato e di senso e anche con una certa dose di fortuna che proprio proprio male non fa … ma se fossi la madrina delle fiabe (e sarei di certo quella pallida e tondetta) ti regalerei la salute che con quella il più è sicuramente fatto . coperta seba

Non essendo una fatina oltre al mio benvenuto ti regalo questa copertina che spero ti abbracci e accompagni dei sogni che farai e che ti riscalderà nei tuoi pisolini (che speriamo siano tanti e lunghi così la mamma e il papà si riposano anche un pochino).

Il pannello l’avevo preso in fiera a Bergamo mentre le stoffe da cui ho tratto i quadrotti le ho prese da Letricotpatchwork tessuti davvero bellissimi per creare un bel clima primaverile e magico come magici sono i neonati che arrivano a riempirci la vita.

Annunci

SORPRESAAAAA

Svelata finalmente la sorpresa, da mesi stavo lavorando ad una coperta patchwork da regalare a mai mamma…. quindi nessuna foto pubblica solo qualcosa su istagram che lei non usa. Come sempre questa meraviglia è nata grazie agli insegnamenti di Monica de Letricotpatchwork di Torre Pellice non mi stancherò mai di ripeterlo che con lei sto imparando veramente un sacco di cose molto interessanti.

Regalare a qualcuno che ami un qualcosa di fatto a mano è davvero impagabile… questo indipendentemente dal risultato… perchè nel fatto a mano sono belle anche le imperfezioni anzi sono proprio quelle a dare personalità al capo. Quando regali qualcosa di fatto a mano regali con lui anche il tempo e l’amore che ci hai messo per costruirlo e in questo caso il sangue a causa delle punture di ago mettendo il bordo a mano ahahah.

Credo che ad ora questa sia la coperta più grande che ho fatto e l’ho imbottita con il caldocotone; una scelta davvero ottima credo non sarà l’ultima che faccio così perché è facile da gestire e davvero molto calda. In Italia spesso regalare le cose fatte a mano sembra un delitto perchè non hai speso di soldi  (a parte che il materiale non l’ho di certo rubato ne…) o perchè la cosa non è griffata… ma davvero per me l’originalità di un qualcosa fatto a mano non ha prezzo è proprio bello sapere che per quanto altre persone abbiano interpretato il modello di Monica nessuno avrà mai la coperta uguale a quella di mamma.

Questo lavoro ha degli inserti (precisamente 4) ricamati a mano a punto erba e punto nodini trovo che quegli inserti diano grande eleganza al lavoro che io amo un sacco … insomma inutile dire che questo lavoro pieno di amore è stato apprezzato e questo mi ha resa estremamente felice….ora inizio a pensare alla prossima

SERENDIPITY

La mitica Laura Mori e dico mitica perchè i suoi lavori, come quelli della mia maestra letricotpatchworck, mi lasciano senza fiato e con una sorta di ammirazione quasi fanciullesca; ha deciso di iniziare un nuovo progetto quilt proprio su fb che si chiama Serendipity. Ogni 15 giorni “esce” il nuovo quadrato da creare e alla fine dell’anno di avranno 20 quadrati da 24 cm circa da assemblare per fare una meravigliosa coperta.

Ora la cosa meravigliosa è che Laura ha coinvolto in questo suo progetto una grande quantità di negozi di stoffe in tantissime città italiane e non solo; in questo modo ogni negozio ha creato dei kit e dei gruppi per creare questa coperta… in questo modo non solo si crea un manufatto ma si creano relazioni che passando attraverso la manualità toccano corde emotive, che mai mi smetterò di ricordare, fanno vibrare l’anima d’affetto e condivisione come poche altre esperienze sanno dare.quarter laura mori2

Ecco quindi che mi sono lanciata in questa avventura per migliorare le mie capacità di appliquè con Guglielmina e per questa coperta ho scelto i toni del viola ecco la mia interpretazione… per iscrivervi scrivete a Laura Mori e ricordatevi che non si possono condividere assolutamente i modelli …. ah già se vi viene da chiedervi che diamine vuol dire SERENDIPTY … cliccate qui

 

CONSEGNE

oggi abbiamo festeggiato il compleanno della mia nipotina più piccola che si chiama Giulia… avendo una zia poco seria oltre alla bellissima coperta nuova (bando alla modestia) si è vista recapitare anche il regalo strano.

Ho trovato da Tiger (e dove altrimenti avrei potuto trovare una roba del genere?) dei biglietti augurali a forma di occhiali con le candeline sopra .. ovviamente le bambine hanno super gradito… e chi mi batte con lo spirito fanciullesco??? compleano-giulia-n.jpg

La coperta è piaciuta .. alla fine ieri sera l’ho lavata ed è diventata ancora più paffutella sembra davvero una nuvola sotto cui riscaldarti, ci ho aggiunto un piccolo yoyo nell’angolo per coprire un’imperfezione e poi l’etichetta fatto a mano … in questo caso ho potuto usare quelle rosa che non sono mai abbinabile a una mazza

Questo fine settimana è stato intenso e non ho potuto occuparmi dei mie lavori in corso perché sabato ho ricominciato il percorso all’Accademia di Psicosintesi e quindi la giornata è stata densa di emozioni e pensieri.. la domenica ve l’ho appena raccontata, domani si riparte con il lunedì ma per fortuna martedì mi rintano una giornata alle terme ne ho proprio voglia. Auguro a tutti un ottimo inizio di settimana intanto io mi sono proposta di lavorare a questa sciarpa perchè è un peccato lasciarla lì sciarpa bolle

TOP SEECRET

Il regalo più bello questo fine settimana me lo ha fatto il meteo … 50 cm di neve proprio tra venerdì e sabato. Che eblla la neve… il suo silenzio la magia della natura… Lo so lo so la neve è anche disagio ecc ecc ecc lo so lo so… Mi fa ridere leggere alcuni commenti sui social diciamo “antineve”specialmete da chi come me vive in comuni di montagna … voglio dire se decidi di andare a viviere in un posto dimenticato da Dio ora vorrai mica che tempo zero la neve si sciolga.. cioè ci andrebbero i termosifoni a pavimento per strada… forse la neve ci insegna che la vita comodo che noi pratichiamo un tmepo era un miraggio e nessuno è mai moprto a spalare la neve oppure a fare la stra a piedi per tornare a casa… insomma sono piccoli disagi che ci ricordano quanto forse il tempo della natura sia ormai diverso dal nostro…. forse bisognerebbe rifletterci un pochino.

Grazie a questo clima ho potuto dedicarmi alla mia passione creativa e alle coccole in famiglia che questa settimana ho davvero troppo trascurato a favore dal lavoro … ora mi aspetta una settimana corta e un weekend lungo… ho già mille idee e magari ci sta anche una bella ciaspolata vedremo con quanta energia arrvivo al venerdì.

ho un progetto top seecret cui sto alvorando e queste ore in cui era meglio non uscire ho potuto darci davvero dentro

COPERTA GRANNY

ecco finalmente terminata la mia moodblanket … é troppo bello avere davanti agli occhi che in 100 giorni solo in tre sono stata di cattivo umore.. vuoi dire che in un anno sarà a data male 12 giorni…. peccato che a volte abbiamo la percezione esagerata del nostro malessere… questo é un buon modo per oggettivare e trovarsi con una bellissima coperta alla fine

TENEREZZA

un po di tempo fa Laura Soria , che mi sentite spesso nominare come designer e maestra di freeform ha pensato ad un’iniziativa davvero dolce.  Ha deciso di chiedere a tutte le creative di creare dei manicotti di lana per gli anziani con demenza senile … ma non manicotti banali no … manicotti che grazie all’inserimento di parti 3D garantiscano una vera e propria esperienza tattile…. questo aiuta il cervello a lavorare… potremmo dire che è una specie di sollecitazione che si garantisce al cervello mediante la sollecitazione degli organi di senso.

E’ un periodo in cui ho tanto da fare….ma questa iniziativa la dice lunga sulla levatura personale e no solo creativa di Laura ( che per altro è stata immaediatamente disponibile ad aiutarmi attivamente anche con la mia tesi) e non potevo certo non partecipare.

Ho tirato dentro l’avventura anche mia mamma che come ben sapete è il mio google personale… alla fine le risposte migliori continuo ad averle da lei altro che motori di ricerca moderni.. le mamme sanno tutto

Ecco quindi quanto prodotto… il tutto consegnato a Gisella che spedirà il tutto verso Ferrara. Quello di destra è il mio attaccare tutte quelle cose in modo che non si potessero staccare è stato un discreto incubo ahahahahha.

In questo meraviglioso sabato piovoso sono riuscita a portare a termine la quarta tappa del Kal di maglia cui partecipo su Raverly ed ecco come si presenta il lavoro, domani spero di riuscire a portare a termine la quinta, dopo aver disfatto non so quanti miliardi di volte ho finalmente capito come fare a non farmi fregare dalla distrazione