SOS BABBO

Mannaggia la pupazza ho sdrenato l’arcolaio… mi sa che lunedì lo lascio al papy per rianimarlo. Questo l’avevo preso a un mercatino per pochi euro… ma mi scoccia l’idea di buttarlo.

Di.certo papà saprà come sistemarlo … intanto lo uso lo stesso.devo.finire un progetto made Laura Soria. AUGURO A TUTTI UNA BUONA PASQUA per me all’insegna del relax domiciliare

Annunci

SORPRESAAAAA

Svelata finalmente la sorpresa, da mesi stavo lavorando ad una coperta patchwork da regalare a mai mamma…. quindi nessuna foto pubblica solo qualcosa su istagram che lei non usa. Come sempre questa meraviglia è nata grazie agli insegnamenti di Monica de Letricotpatchwork di Torre Pellice non mi stancherò mai di ripeterlo che con lei sto imparando veramente un sacco di cose molto interessanti.

Regalare a qualcuno che ami un qualcosa di fatto a mano è davvero impagabile… questo indipendentemente dal risultato… perchè nel fatto a mano sono belle anche le imperfezioni anzi sono proprio quelle a dare personalità al capo. Quando regali qualcosa di fatto a mano regali con lui anche il tempo e l’amore che ci hai messo per costruirlo e in questo caso il sangue a causa delle punture di ago mettendo il bordo a mano ahahah.

Credo che ad ora questa sia la coperta più grande che ho fatto e l’ho imbottita con il caldocotone; una scelta davvero ottima credo non sarà l’ultima che faccio così perché è facile da gestire e davvero molto calda. In Italia spesso regalare le cose fatte a mano sembra un delitto perchè non hai speso di soldi  (a parte che il materiale non l’ho di certo rubato ne…) o perchè la cosa non è griffata… ma davvero per me l’originalità di un qualcosa fatto a mano non ha prezzo è proprio bello sapere che per quanto altre persone abbiano interpretato il modello di Monica nessuno avrà mai la coperta uguale a quella di mamma.

Questo lavoro ha degli inserti (precisamente 4) ricamati a mano a punto erba e punto nodini trovo che quegli inserti diano grande eleganza al lavoro che io amo un sacco … insomma inutile dire che questo lavoro pieno di amore è stato apprezzato e questo mi ha resa estremamente felice….ora inizio a pensare alla prossima

LETTURE

Ancora non ho finito il libro di Lars Kepler anche perché il mio tempo libero è stato assorbito dai regali di natale e del lavoro top secret che finalmente è terminato (almeno lo  è la parte più complessa).

Oggi ero nella stanza degli hobby intenta come al solito a riordinare… solo chi ha una craft room sa quanto bordello si rigeneri anche se in apparenza tu non stai facendo nulla..manco ci fossero gli elfi di Babbo Natale che ci lavorano di notte (e vi assicuro che non è così). Mi è venuta un’ispirazione…

Il mio e-readr ormai poveretto vecchiotto (me lo sono comprato nel 2012) è senza una cover decente e quindi… e quindi me la sono immediatamente create con un bel sapore Natalizio e anche un po’ in stile fiaba “Il soldatino di piombo“. Ho infatti cercato la stoffa più adatta e ho dato vita ad un regalo fattomi da Daniela lo scorso anno e che ancora non avevo utilizzato … un po’ di imbottitura e Guglielmina (l mia Necchi510) ha fatto il resto.

26047187_10215233887631310_214601871739505604_n

E  voi come leggete? siete di quelli “O mio Dio aborro la lettura digitale perché necessito di odorare la carta…. oppure per semplice comodità di trasporto vi siete convertiti al digitale?”. Come trasportate i libri in borsa? io alla fine preferisco l’e-reader anche perché non si rovina nel trasporto… viaggiando in treno la mia borsa è sempre super piena e odiavo quando si formavano le pieghe alle pagine…

Quest’anno cercherò di leggere di più spero che la mia accattivante cover mi possa incentivare ….. A presto.

Ps: se avete voglia rispondete alle mie domande è sempre piacevole leggere i vostri commenti

BUON NATALE

niente batte la felicità del risveglio la mattina di Natale anche senza bimbi che circolano per casa…. riuniti dopo un cenone fatto di risate ci si sveglia carichi di regali. Adoro fare i regali quei regali pensati appositamente e che danno agli altri la precisa sensazione di essere stati pensati e che in quell’oggetto sia contenuto un po dell’amore che proviamo per loro. non mi resta che augurarvi Buon Natale

…profumo di feste

in questi giorni ci ho dato dentro con le questioni natalizie … nonostante gli orari un po’ assurdi, gli sioperi dei mezzi e i sempre attuali ritardi di Tremitalia sono riuscita a concludere la maratona natalizia incolume , senza crisi di panico e ora posso godermi la parte che preferisco…..gli incontri natalizi. Adoro incontrare amici sparsi approfittando dello scambio auguri per vedersi almeno per un caffè; proprio come è successo con Cecilia. Non ci vedevamo da un sacco e come semrpe è stato davvero meraviglioso… parlare con le persone che ci vogliono bene e a cui noi stessi ne vogliamo è un chiaro esempio di come il tempo bene speso si trasformi in energia che ti riempie di voglia di vivere e di gioia. Vi sembrerà un post un po’ melenso pazienza … sarà un post dal sapore candy candy … daltronde è il periodo siamo tutti più buoni o no?

Questo è enahe il periodo in cui si tirnao le fila dell’anno in conclusione … ma è ancora troppo presto per pensare a cosa scrivere nella nuova agenda del 2018.25152149_10215098449965453_8765233591340331277_n

i miei animali in compenso riescono a lasciamri sempre senza parole … io sposto il materiale e loro si conformano agli spazi più assurdi come se non avessro comode cucce

intanto ho inziato un altro libro … è Lars Kepler a tenermi compagni in treno ad ora lo trovo davvero coinvolgente.. vi farò sapere appena lo finisco

6020608

 

PRONTI VIA…

al periodo più affascinante dell’anno quello natalizio… oggi ho preparato l’albero e addobbato casa anche se devo dire che sono molto più morogerata di anni fa.

spero che questo periodo aiuti tutti a pensare agli altri non solo a noi stessi. intanto io mi godo questa giornata di riposo ed ecco a voi il mio albero

INVERSIONE DI TENDENZA

e niente ho sempre avuto il pollice nero e mai verde …se non con i fiori di plastica. Ma ho dei genitori che riescono a far nascere fiori sul cemento e colleghi che fanno proliferare la qualunque in ufficio…possibile mai che io non possa migliorare…. Eh niente allora non entrata in vivaio e ne ho scelte alcune… vi assicuro che le ho viste preoccupate… avessero avuto le gambe scappavano ajjahaha. vediamo se il prossimo anno le avrò ancora tutte con me …. ma sono determinata e io ho la capatosta.