sara’ la volta buona…

chi mi conosce lo sa tra i mille vizi che ho ne ho uno che mi porto dietro credo fino dalle elementari.. anzi sapete che non mi ricordo più quando ho iniziato… forse appena ho messo i denti  …. insomma mi sono sempre mangiata le unghie nonostante il lavoro che faccio non sono mai riuscita a smettere… una bella rottura anche perché non mi sono mai piaciute le mie mani tutte scassate perché ovviamente ti mangi le unghie ma vuoi non scassarti anche le mitiche pellicine fino a farti sanguinare? ovvio …..29571346_10216125282195617_6676656995765618151_n

invece sono orgogliosa di dire che è un mese che non me le mangio e quindi mi sono meritata un bello smalto colorato … spero davvero di resistere e smettere definitivamente perchè mi piace troppo poterle decorare…. e voi avete questo vizio? e se non lo avete vi piace il mondo degli smalti?

Annunci

SOS BABBO

Mannaggia la pupazza ho sdrenato l’arcolaio… mi sa che lunedì lo lascio al papy per rianimarlo. Questo l’avevo preso a un mercatino per pochi euro… ma mi scoccia l’idea di buttarlo.

Di.certo papà saprà come sistemarlo … intanto lo uso lo stesso.devo.finire un progetto made Laura Soria. AUGURO A TUTTI UNA BUONA PASQUA per me all’insegna del relax domiciliare

DIAMO COLPA A….

Ciao a tutti sono super latitante in questo periodo… ma ho una super nuova scusa una discreta anemia con carenza di ferro che sto integrando con compressa… do la colpa a questo per le dimenticanze di questo periodo direi che si può fare è un buon alibi e pure socialmente accettato… anemia

In questo periodo sto studiando parecchio e nuovi progetti prendono vita nella mia testolina sia per la vita hobbistica che in quella lavorativa continuo a confidare nelle previsioni di Paolo Fox…

intanto continua la saga delle foto intelligenti … il 19 era la festa del papà non potevo non incastrarlo … e poi mi stupisco che non trovo foto serie da mettere in curriculum guardate qua che bella famiglia di pazzerelli.happy familya

Per fortuna un po’ le temperature stanno migliorando, è cambiata l’ora ora la sera c’è più luce… che orrore così si ha sempre la sensazione di dover ancora fare qualcosa…. pant pant il relax arriva sempre più tardi e poi è ora di dormire perché altrimenti chi si alza alle 5.30?

ultimamente questa cosa dello svegliarmi presto mi pesa parecchio come pure le ore passate in treno, una volta ci ricamavo persino adesso proprio sono fortunata se non mi addormento già al Lingotto. Certo anche l’aria di primavera non aiuta … tra pochi giorni inizia aprile dolce dormire…. primavera

Intanato continuo con i miei progetti ho uno scialle a maglia ad ottimo punto e un bel progetto ad uncinetto che deve partire … in più vi devo ancora far vedere la quarta tappa del serendipyty … nel fine settimana ve lo faccio vedere assieme al quinto che devo ancora terminare; spero anche di imparare a fare i calzini a magli ma ad ora faccio solo macello.. adesso auguro a tutti una buona notte e soprattutto che i vostri sogni si possano esaudire

SORPRESAAAAA

Svelata finalmente la sorpresa, da mesi stavo lavorando ad una coperta patchwork da regalare a mai mamma…. quindi nessuna foto pubblica solo qualcosa su istagram che lei non usa. Come sempre questa meraviglia è nata grazie agli insegnamenti di Monica de Letricotpatchwork di Torre Pellice non mi stancherò mai di ripeterlo che con lei sto imparando veramente un sacco di cose molto interessanti.

Regalare a qualcuno che ami un qualcosa di fatto a mano è davvero impagabile… questo indipendentemente dal risultato… perchè nel fatto a mano sono belle anche le imperfezioni anzi sono proprio quelle a dare personalità al capo. Quando regali qualcosa di fatto a mano regali con lui anche il tempo e l’amore che ci hai messo per costruirlo e in questo caso il sangue a causa delle punture di ago mettendo il bordo a mano ahahah.

Credo che ad ora questa sia la coperta più grande che ho fatto e l’ho imbottita con il caldocotone; una scelta davvero ottima credo non sarà l’ultima che faccio così perché è facile da gestire e davvero molto calda. In Italia spesso regalare le cose fatte a mano sembra un delitto perchè non hai speso di soldi  (a parte che il materiale non l’ho di certo rubato ne…) o perchè la cosa non è griffata… ma davvero per me l’originalità di un qualcosa fatto a mano non ha prezzo è proprio bello sapere che per quanto altre persone abbiano interpretato il modello di Monica nessuno avrà mai la coperta uguale a quella di mamma.

Questo lavoro ha degli inserti (precisamente 4) ricamati a mano a punto erba e punto nodini trovo che quegli inserti diano grande eleganza al lavoro che io amo un sacco … insomma inutile dire che questo lavoro pieno di amore è stato apprezzato e questo mi ha resa estremamente felice….ora inizio a pensare alla prossima

PROFUMI INFANTILI

Mamma mia come sempre non resisto e verso la fine dell’inverno mi compro i bulbi di giacinto. Io non sono una super amante dei fiori … anzi con gli anni ho maturato la convinzione che siano loro a non amarmi.  Adoro però i giacinti e soprattutto il loro profumo e i loro colori..

il profumo quando sono tutti belli sbocciati mi riporta a quando ero alle elementari e facevo la rappresentate di classe che aveva il compito di cambiare l’acqua a questi bellissimi fiori… adoro anche il loro spessore carnoso , cioè vien quasi voglia di mangiarseli… e questi giorni di freddo siberiano danno alla casa quel senso di contrasto che tanto mi piace. Ho fatto anche un raid al negozio fallimentare e ho preso queste due bellissime scatole che non potevo certo abbandonare in più le originali costano 20 euro queste le ho prese a 2… voglio dire non si poteva proprio

nuove scatole

SERENDIPITY

Che pensavate che mi fossi arresa e non avessi continuato? e invece no sono assolutamente a regime e mi sto anche divertendo un sacco … tappa due e tre conclusa aspetto venerdì che esca la quarta… è bello far viaggiare le mani sui diversi tessuti da scegliere per interpretare in modo personale lo schema proposto da Laura Mori che io adoro ecco quindi a che punto sono arrivata. e voi conoscete i suoi lavori? Avete una preferenza nell’ambito del patchwork?