libri · me · relax

LIBRO 2 /20

Il libro 2 è finito da un pezzo …sono quasi ala fine del terzo, non ne ho scritto nulla perchè non riesco ad essere costante nella gestione del blog e mi pare sempre di dire cose banali e scontate quindi non mi viene da condividerle.

Ma veniamo a noi… il secondo libro è nuovamente di Carrisi ho deciso di continuar eil filone sperando che non me ne scriva un altro tipo tra dee mesi. Come sapete io amo questo autore ma questo libro non mi ha fatto impazzire…non so se è dovuto al fatto che ne ho letti due consecutivamente ma ne ho colto parecchie somiglianze.

In più visto come finiva il precedente, credevo di trovarmi in questo il personaggio di Mila invece nulla è un libro che si può leggere tranquillamente senza aver letto mai altro si suo nel senso che non è collegato a d altri volumi e la storia ha in se tutti i suoi classici argomenti. Come sapete non mi metto a raccontare la trama di questa tipologia di testi eprchè a spoilerare si fa in un attimo ed io lo detesto quindi:

libro scorrevole

ricco di colpi di scena

un po’ pesante questa dinamica dell’ipnosi

ci sono molte cose che ricorrono dagli altri libri .. degli schemi ripetuti insomma

Libro da leggere se non avete mai letto nulla ma se siete un lettore affezionato di quesot autore per me niente di eccezionale.

film · Senza categoria

JOJO RABBIT

Qualche giorno fa io e Silvio dovevamo decidere come occupare la domenica in modo da non crogiolarci ognuno per conto proprio nei rispettivi smartphone o libri o riviste o hobby, quest’anno ci stiamo impegnando nel cercare di fare delle cose assieme, anche piccoline ma almeno non in solitaria. Mi sono messa a girovagare su MYMOVIEs (voi come vi orientate nel mare magnum della filmografia? ormai ogni settimana ne escono almeno tre nuovi) e sono incappata in una locandina di un film che mi ha subito acchiappata.

Onestamente non avevo sentito parlare di JOJO rabbit, lo so che gennaio è il mese della memoria, ma non mi ero premurata di andare a cercare se dessero qualcosa di nuovo sul tema. Alla fine abbiamo deciso di fidarci del mio istinto e delle recensioni della piattaforma.

Siamo arrivati al cinema in anticipo ma alla partenza dei titoli pubblicitari saremmo state 30 persona massimo il che ha iniziato a generare un certo tipo di panico ” O mio Dio se è una ciofeca Silvio me lo rinfaccia fino al 2025″ .. vabbè magari voi direte .. e per fortuna che c’era poca gente almeno cè meno casino …. verissimo ma per pochi che siano cè sempre qualcuno che mangia pop corn che al chiuso fanno quell’orribile puzza …insomma non divaghiamo.

Il film è una bomba mai banale ricco di colpi di scena, diverte, dolce e triste nel giusto mix attori e regia super, devo dire che anche le parti in cui ci sono i dialogo del bambino con l’amico immaginario (Hitler) sono davvero spassose, altre scene ti prendono e ti portano negli abissi dell’animo umano. Bellissime le riflessioni sull’integrazione …insomma un film assolutamente da andare a vedere

film

TOLO TOLO

ed eccoci qui anche noi siamo andati a vedere l’ultimo fil di Checco Zalone perchè sorpresa sorpresa a me piace veramente tanto. Non mi sento assolutamente in dovere di giustificarmi a me piace ridere lui lo sa far fare … diciamo che richiesta e offerta si incontrano sullo schermo cinematografico. Lungi da me dare un parere sulla regia … cosa di cui sono più ignorante di una scarpa il mio intento è solo darne una modestissima opinione.

A me il film è piaciuto, le battute erano originali e davvero simpatiche, moltissimi spezzoni erano carichi di emozioni fortissime anche se il clima in cui erano inseriti era canzonatorio. La scena del naufrago è davvero spiazzante e onestamente mi piace anche l’immagine della donna che emerge.

insomma non intendo certo recensire film ma francamente consiglio di vederlo

me · relax

PINOCCHIO

Ieri sera siamo andati a vedere Pinocchio anche se non abbiamo figli, non è la mia fiaba preferita ma avendone letto tutto e il contrario di tutto abbiamo deciso di andarlo a vedere per dire la nostra di consumati esperti di cinema (ovviamente scherzo è tanto se andiamo 3 volte l’anno).

non cè molto da dire sulla trama, la storia la conosciamo tutti … ecco qui il primo “qui casca l’asino” onestamente io alcuni dettagli non me li ricordavo tipo l’omino di burro proprio il mio cervello l’aveva scordato , come pure la lumaca compagna della fatina, pure la scenetta in cui si trasformano in asini nel paese dei balocchi non me lo ricordavo così bene.

il perdono che guarisce

Prima cosa da dire: a me l’interpretazione è piaciuta un sacco, non l’ho trovato assolutamente lento ma giusto, bellissimi i personaggi, i costumi e anche la scelta degli attori l’ho trovata azzeccatissima.

Seconda cosa: ho davvero apprezzato il fatto che non ci fosse una spinta moralistica … cioè le chiavi di lettura c’erano tutte dal “attenzione birbante se non fai il bravo ecco cosa succederà” al”non importa quanto danno fai se hai un cuore buono farai grandi cose” ecc ecc.

Ecco mi ha profondamente colpita il fatto che mentre guardavo la prima parte mi desse davvero fastidio il comportamento di Pinocchio cosa che va a nozze con il fatto che in me sono ben chiare le regole da seguire e sta cosa del gatto e la volpe non mi ha mai attirato se non forse nell’adolescenza ma davvero per poco , il che fa di me un soggetto tremendamente banale e poco trasgressivo lo so. Ho provato per tutto il tempo una sensazione di profonda tenerezza verso Geppetto per l’amore totale che prova per questo figlio che ha generato da solo, per la pazienza e per la profonda capacità di perdono che lo accomunano alla Fata Turchina no? Lei bella, presente, accogliente comprensiva insomma quello cui ambirei diventare.

Rispetto alle scene che possano turbare i bambini francamente ho trovato solo un po’ lunga la scena in cui Pinocchio viene impiccato ecco quella forse può lasciare un po’ attoniti i bimbi … ma neppure troppo ho visto in sala.

Bene quindi da parte mia l’anno al cinema ha iniziato sotto i migliore auspici

libri

LIBRO 1/20

Stanotte sono rimasta sveglia fino all’una e mezza …. non a guardare un film ma per finire un libro. L’ho iniziato giovedì mattina in treno …sapevo mi avrebbe acchiappato Carrisi lo fa sempre (sono mica io a dirlo che è bravo) , quest’anno è uscito il film dell’uomo del labirinto ma io non sono andata a vederlo, come molti lettore diffido delle trasposizioni cinematografiche ma soprattutto non potevo leggerlo dopo averlo visto quindi ho mantenuto il solito ordine delle cose. Di certo a breve lo daranno in tv o uscirà tipo allegato a Panorama (esiste ancora Panorama?).

ipnotico

la storia parte in modo banale..racconta un rapimento e un successivo ritrovamento ma, come spesso accade nei sui libri la successione del presente investigativo si alterna con i flashback dei racconti delle vittime inchiodanti alla poltrona.

La stessa sensazione che assale chi, come me, è malato di serie tv attanaglia il lettore di questo bravissimo scrittore obbligandoti a finire il libro ….proprio come quando ti spari una maratona della nuova serie tv. Grande conoscitore della mente umana e della sua depravazione riesce sempre a trovare un escamotage che mi sorprende un po’ come i coniugi che hanno dato vita a Lars Kepler .

Insomma ho iniziato l’anno con il botto, un libro che ti appassiona da la giusta carica alle letture successive

me · relax · Senza categoria

PROGETTI PER IL 2020

E allora quali sono i progetti per questo nuovo anno? è un anno importante, inizia un nuovo decennio, io stessa entro in un nuovo decennio dato che ho compiuto 40 anni proprio da poco.

Quali sono stati i progetti portati a termine che mi ero prefissata al capodanno precedente? Ecco in questo periodo è tutto un proliferare di post su parole dell’anno, pianificazione degli obiettivi di ruote coi tarocchi ecc ecc..

quest’anno ho un’unica certezza voglio vivere in modo pieno le mie emozioni e lasciarmi amare, voglio essere amata e questo dipenderà necessariamente dal lavoro su me stessa , che sto continuando con il percorso di transpersonale che ha proprio l’obiettivo di migliorare la conoscenza di me.

ho anche un sacco di frivolezze; non mancheranno certo le liste di cose da fare tipo:

manuali da leggere , ne vorrei leggere uno al mese

libri da leggere , vorrei arrivare a 24

planning alimentari …l’organizzazione sarà fondamentale

esercizio fisico …quest’anno lo voglio veramente riprendere

ricette da provare , voglio usare i miei preziosi libri di cucina per esercitarmi in cose nuove

fiction da guardare … vorrei fossero meno di quelle del 2019 perchè ritengo mi portnino via tempo importante

progetti di maglia , voglio metter mano seriamente alla scorta di filati e ai lavori che sono già iniziati

progetti di cucito , perché ci tengo troppo

scrivere sul blog in modo più costante…..riprendere a scrivere anche senza l’ausilio di foto ecc

Insomma di certo non abbandonerò le mie liste che tanto aiutano la mia mente a sentirsi soddisfatta ma ho intenzione di dedicare più tempo a me e alla esperienze con le persone che amo. e voi cosa vorreste combinare in questo nuovo anno? Avete idea di come impostarlo? usate degli strumenti particolari?

Voglio godermi al massimo l’affetto e la presenza delle persone che amo e cullare un sogno fino a farlo diventare un progetto e quindi realtà. Auguri a tutti quindi per un anno che vi porti emozioni e soddisfazioni