libri · me

LIBRO 16/19

Da quando leggo principalmente ebook spesso li acquisto in modo discretamente compulsivo sull’offerta del giorno Kindle; alla fine mi dico sempre: vabbè costa come un caffè prima o poi lo leggerò. Risultato Dio sia lodato che i libri sono virtuali altrimenti dovrei vivere a Versaille solo per le librerie che andrebbero installate. A volte acquisto leggendo le descrizioni altre direttamente perchè mi piace l’autore.

Con Chiara Gamberale ho un rapporto un po’ conflittuale (so’ poeta ho fatto la rima) mi piace il genere tendenzialmente introspettivo anche se non amo troppo lo stile di scrittura …. per altro in alcuni dei suoi libri sulla fascetta dovrebbero scrivere: ATTENZIONE NON LEGGERE SE IN COPPI STATE ATTRAVERSANDO LA CRISI DEL SETTIMO ANNO ahahaha a me manda sempre profondamente in paranoia.

Globalmente comunque mi piace perchè esplora le emozioni e i rapporti in modo differente da altri autori e lascia emergere molta femminilità …. Insomma ad ora ne ho letti ben cinque e questo è quindi il sesto (ora ignoro quanti libri abbia scritto) quindi una certa idea me la sono fatta.

Sabato quindi, dopo aver finito il libro numero 15 ho deciso di iniziare ADESSO. Adesso perchè spesso rimaniamo fuori dal momento presente vivendo nei ricordi o proiettati in un futuro ricco di aspettative sempre più frequentemente causa della nostra infelicità. In questo 2019 sto lavorando alacremente per rimanere ancorata nell’adesso e non lasciarmi agganciare da emozioni che provengono da illusioni ….mi sono detta vabbè dai leggiamo questo: ovviamente centrava poco con il mio pensiero … o meglio in modo marginale. Questo libro racconta diversi modi di affrontare l’amore nell’epoca delle chat diversi personaggi si intrecciano attorno alla storia principale tra Lidia e Pietro profondamente diversi nel modo di vivere la vita e l’amore. la seconda ingabbiata in una perenne adolescenza, legata al suo ex marito e agli amici dell’arca di Noè, sempre la prima con le parole e con l’esternazione dei sentimenti. Lui padre vive la separazione della moglie cercando di non far soffrire la figlia e cerca nelle donne la pace dei sui turbamenti . Insomma i due si trovano e vivono questa storia travolgente ecc ecc ecc nessuno spoiler. Il libro mi è piaciuto ma tutto questo parlare d’amore e palline nello stomaco ecc danno un’idea dell’amore che poi crea troppe aspettative nell’amore stesso …. cercare di avere sempre questo tipo di emozioni fa credere che se non le provi la tua non sia una relazione valida….. Io mi auguro che siano milioni quelli che in coppia vivano sempre queste sensazioni viscerali ma vorrei anche dire a quelli che non le provano che forse non è che le loro relazioni valgano meno ma soprattutto gente quella pallina che si muove nello stomaco e dietro le costole sentitela muovere quotidianamente ma per voi … perchè sì l’amore per l’altro è importante ma se non siamo profondamente innamorati di noi stessi il resto credo sia temporaneo. Gli altri ci accompagnano nella felicità non possono di certo essere gravati della responsabilità di esserlo per noi.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...