knitting · me

DI CHE CALZINO SEI?

ciao a tutti in questi giorni di festa mi sono dedicata ad una nuova esperienza con i ferri. Come sapete io adoro carmi le cose da sola e anche nell’abbigliamento mi piace avere degli accessori che sono unici meglio ancora se fatti da me. Allora ho deciso di buttarmi nel tentativo di confezionarmi i calzini… perché proprio i calzini? per alcune ragioni fondamentali

1 esistono dei filati da calze che sono davvero da urlo

#kalkalzini

2 sono bellissimi e ne esistono di innumerevoli modelli

il problema però è che spesso sono in inglese e che da soli è un vero strazio imparare a leggere gli schemi dei calzini perché c’è il tallone e le punte e poi ci sono quelli che iniziano dalla punta e quelli che iniziano dalla gamba, quelli che un sano il magic loop e quelli che consigliano il gioco di ferri insomma le variabili sono tantissime.

Alcune settimane fa, girovagando su Raverly, mi sono imbattuta in un #KAlkalzini in italiano e allora mi sono buttata. Nono so che rapporto abbiate voi con Raverly io lo utilizzo sicuramente in modo base a causa della mia non conoscenza dell’inglese … ma adoro consultarlo per vedere quante meraviglie si possono creare con il filato. Insomma per farla breve mi sono iscritta e il 20 si iniziava …. ho scelto un modello in italiano della bravissima Alice Twain cliccate qui per vedere . Il filato è bellissimo e l’ho preso da Antonella di Filosofia a Pinerolo ne esistono di fantasie superlative… la particolarità è che partendo dal centro e poi dall’esterno vengono due calzini esteticamente uguali…vedremo. Ieri mi sono regalata una giornata di divano e knitting guardando la serie tv “La signora Masiel” su amazon prime video che è la sotria di una donna che negli anni 50 dopo essere stata lasciata dal marito scopre di essere una brava comica e di volerlo diventare. Una bella serie tv , per una volta con una tematica diversa da problemi familiari o violenze varie.

Fare calzini in effetti può essere un buon metodo di svago perchè, almeno nei modello per principianti, l’inizio è decisamente meccanico…diciamo che la parte difficile è usare il gioco di ferri ma una volta presa dimestichezza si va via veloci dato lo scarso numero di maglie…. Ecco una nuova buona ragione per fare i calzini… i piedi sono la cosa più piccola che ho ci vorrà decisamente meno che fare le maglie. A presto con gli aggiornamenti