libri · Senza categoria

LIBRO 1/19

leggere dev’essere sicuramente un piacere ma anche un dovere…. dovere nei nostri confronti e nei confronti della nostra capacità di dialogo e comprensione in questi tempi così complessi. Ho preso questo libro un po’ per curiosità… di solito non leggo i libri premiati … anzi spesso li ignoro proprio, giusto per non trovarmi nella strana situazione in cui mi chiedo embè dove sta tutta questa meraviglia? Le otto montagne ha vinto il premio strega , che sia un bel libro non devo certo dirlo io. Ho scelto questo libro per iniziare il 2019 perché insomma io provengo da una famiglia di montagna, mio padre adora camminarci, ho dei cugini che fanno addirittura corsa in montagna a livello agonistico mia madre e mia sorella amano i paesaggi montani, mio marito andrebbe a camminare ogni domenica con Otello.otto montagne Io invece no… che vi devo dire i primi ricordi di camminate con mio padre sono sempre una roba del tipo …non sono all’altezza, non sopporto lo sforzo fisico che si deve accettare per affrontare la salita…. C’è poco da fare non sono mai abbastanza allenata ma soprattutto non riesco a controllore la velocità di salita né la respirazione insomma è davvero un elemento che non domino ne sento comunque forte il fascino. La storia di Pietro e Aldo , quella dei genitori e delle famiglie… degli ambienti raccontati a mo di documentario mi hanno davvero colpito e in tre giorni ho finito il libro. Leggere la storia di Pietro e del padre… sentire vicino il racconto della madre mi ha tenuto legata alle pagine fino all’una di notte. Un libro scritto in modo semplice, liscio mi vien da dire come le persone di montagna … essenziali. Un libro che consiglio assolutamente….. e il racconto delle otto montagne mi ha veramente affascinato. Quest’anno, l’ho detto, voglio leggere di più ho un bel piano letterario vediamo di riuscire a rispettarlo.