me · relax

buon anno

questo 2018 è stato un anno davvero intenso che saluto con piacere fuori dalla porta di casa accompagnata da Silvio, Otello e Birba (dire in ordine di grandezza).

alberello illuminato

a gennaio mi sono iscritta a un sacco di attività… alcune le ho terminate come la coperta per Giulia altre come il progetto Serendipity è ancora li nel cassetto, ho letto meno di quanto vorrei ma mi sono portata a casa 16 libri e una serie di manuali di Psicosintesi. Ho guardato una discreta quantità di serie TV con una certa voracità il che mi ha portato spesso a sognarle e devo dire è stato fichissimo. Ho partecipato a corsi di cucito grazie a Monica di Letricotpatchwork che ne inventa sempre una nuova e mi ha permesso di conoscere nuove persone meravigliose. Ho “imparato” a tingere la lana  grazie al corso organizzato dalla Merceria Pessiva a Rivoli , mitica e anche in questo caso nella mia vita sono entrati altri visi e altre storie. Ho rinnovato la casa saccheggiando Ikea, le ho dato nuovi colori nuova luce e anche un nuovo mobile per il bagno… Silvio santo subito che ha montato il tutto non senza risvegliare almeno 25 Santi del Paradiso. Ho scoperto di essere anemica e mi sono bombata di ferro per 4 mesi e ho avuto la conferma di essere una pessima paziente.  Ho regalato a mamma la bellissima coperta con i ricami e le casette natalizie e ho dato la tesi per diventare Facilitatore nella relazione d’aiuto un traguardo raggiunto che mi ha portato tantissima gioia. Ho scoperto nuove riviste (come se la mia dipendenza non fosse sufficiente) ad esempio Flow e Gallo zafferano che mia sorella e mia madre mi hanno regalato in abbonamento. E’ arrivato Sebastiano e a lui ho preparato una romantica copertina per avvolgerlo nei suoi riposini , i suoi sorrisi sono meravigliosi come lo sono quelli di Cecilia e Giuseppe. Ho festeggiato persone importanti come Monica di letricotpatchwork che ha il suo negozio da 25 anni e nel quali nascono meraviglie… e mi sono fatta una bellissima shopper gattosa grazie ai suoi insegnamenti. Ho partecipato a fiere creative macinando chilometri e attorniandomi di bellezza e di amore regalatomi gratuitamente dalle amiche speciali che accompagnano nella quotidianità, ho acquistato materiali che mi permetterebbero di lavorare fino  al 2031 senza dover fare acquisti. ho provato a farmi crescere le unghie… il miracolo è durato 20 gironi e le cattive abitudini sono tornate. Ho partecipato a una serie di progetti all’uncinetto organizzati da Laura Soria, sempre meno di quanto vorrei, che mi hanno portato in un mondo di colori bellissimi e ad una vacanza a giugno che mi ha riempito il cuore. Mi è esploso il pollice verde… margherite , rose e orchidee crescono rigogliose… mi stupisco di questa energia ma la accetto con grande gioia. Ho prodotto borse e portalavori come non ci fosse un domani o come avessi 30 paia di spalle alcune durante corsi altre a casa con mia sorella. A giugno ho partecipato al raduno di uncinetto a Bellaria organizzato da Laura Soria e anche in questa circostanza ho conosciuto nuove persone e nuove storie si sono legate alle mie. L’estate è una stagione che non amo tutto è fermo le persone sono via.. mi sono regalata un’estate in città con l’abbonamento allo zoosafari Zoom e alla sua piscina…e un bel giro sul Montebianco con la mia famiglia e ho fato un sacco di passeggiate con Silvio e Otello nonostante quest’anno Silvio abbia lavorato davvero tantissimo. Ho mangiato cene in posti meravigliosi con persone che amo e che mi amano e che non mi hanno mai abbandonato. ho iniziato a seguire Istagram e in questo contenitore ho conosciuto creative meravigliose che mi danno sempre grande ispirazione .. con loro mi sono lasciata circondare dalla bellezza. Ho iniziato percorsi per conoscermi ancora meglio e ho scelto di partecipare al gruppo di Psicosintesi Torino  con il quale abbiamo organizzato due serate  ma faremo molto altro il prossimo anno. Ho cambiato look e ho deciso di modificare anche l’armadio e l’atteggiamento verso gli abiti… vestiti che mi rappresentino e che siano artigianale saranno la mia nuova avventura consumistica…. voglio qualcosa che mi rappresenti e rappresenti anche i miei valori. Ho tentato vacanzine col marito mandate all’aria dal maltempo ma che mi hanno fatto tanto ridere. Ho partecipato a corsi in cui ho imparato a fare saponi, dentifricio e incensi sul mio territorio . Sono andata alla fiera di Vicenza (dopo sei anni che non ci andavo) e di nuovo mi sono immersa nella bellezza creativa e sono tornata piena di buoni propositi creativi. Ho creato contest in cui ho regalato oggetti hand made ..mai quanti vorrei ma il tempo è sempre tiranno. ho partecipato a corsi e incontri di knitcafè da Filosofia a Pinerolo con Antonella padrona di casa super competente e gentile. Ho cercato di tenere il blog aggiornato, ma specialmente gli ultimi due mesi non ci sono davvero riuscita, ho addirittura pensato di chiuderlo …ma non lo faccio perchè grazie a lui mi porto dentro i moneti più belli che vivo durante l’anno.

Alla faccia del pippone direte voi… chissà magari non siete neppure arrivati fino a qui… in questo anno bellissimo ringrazio la mia amica Gisella per essermi stata vicina e avermi accompagnata in tutte le avventure che ho descritto ma soprattutto in almeno 300 giorni di quest’anno mi ha tenuto compagnia durante il caffè mattutino anche se in almeno 100 giorni la mia conversazione era davvero davvero monotona…. grazie per esserci sempre anche nel messaggio del mattino, grazie per tutti gli abbracci i tuoi “ciao bimba” sono per me fondamentali. E poi quest’anno mi ha portato la bellissima notizia che diventerò zia …non mi dilungo troppo su questo argomento perchè piango facilmente ma sappiate che la copertina è già pronta e abbiamo materiale fino ai grembiulini della scuola materna (per tenermi stretta ahaah). La mia famiglia sta bene non è mai vicina quanto vorrei ma alla distanza fisica di certo non corrisponde quella emotiva. Amici e colleghi hanno contribuito a regalarmi un 2018 sicuramente intenso… dire ammazza neppure una sfiga o una rottura di palle? Hai voglia ma di quelle non mi voglio proprio curare, vado incontro a questo 2019 con la voglia di poter risplendere lasciando per strada quello che non me lo lascerà fare… e per risplendere non intendo di certo primeggiare…. no no quest’anno non ho obiettivi lavorativi.. per il primo anno direi non me ne curo molto. Insomma mani in pasta ce le voglio mettere perchè al 31 dicembre spero di raccontare una storia simile a questa.

Buon anno a tutti che sia pieno di salute e serenità, di abbracci e persone che vi vogliano bene e ve ne vogliano per quello che siete pacchetto completo …. ps ovviamente una to do list ce l’ho eh mica affronto l’anno senza idee di cose da fare ahahahah