nuovi inizi

Per me settembre è da sempre il vero inizio nuovo anno … che vi devo dire sarà la sindrome dello studente! insomma con il nuovo mese ho iniziato a aderire a nuovi corsi, ad esempio i meravigliosi corsi di cucito tenuti da Letricotpatchwork (che poi si chiama Monica). Io adoro i suoi corsi perchè il negozio stesso è fonte di un’ispirazione continua. Lei spiega benissimo, senza troppi salamelecchi ma stai pur certo che esci con il progetto che dovevi fare; la compagnia è sempre meravigliosa e l’oggetto creato fa sempre morire d’invidia le amiche creative. Il primo progetto di quest’anno è questo bellissimo porta biscotti che io ho fatto con lo scopo di metterci dentro il materiale per la maglia, sono sempre alla ricerca di porta lavoro per i ferri circolari e questo è davvero super.  Devo ancora finire la coperta che avevo iniziato a maggio e ho li da mettere assieme il progetto mistery di Laura Mori… ci ho perso un po la passione creo infatti di assemblarlo così com’è lasciando magari i blocchi vuoti… in questa settimana penserò pure a questo progetto … devo assolutamente finire un po’ di roba per dare spazio ai regalini di natale non vi pare?portabiscotti

Annunci

VIAGGIARE SOTTO CASA

Quest’anno per noi non è l’anno delle vacanze perchè entrambi siamo presi da progetti sogni ed altre simpatiche amenità.Ragion per cui non abbiamo investito in simpatici viaggi ma di certo non ci siamo fatti mancare bei ricordi da fotografare con espressioni di estrema intelligenza condivise con il nostro Otello. Certo facciamo foto in cui riusciamo a sembrare sempre più scemi. I panorami sono di posti vicino a casa; come al solito abbiamo consumato la strada del parco della val troncea ma ci siamo anche eroicamente spinti fin in provincia Granda verso Ponte Chianale dove per altro Otello è stato bravissimo anche alla diga… non abbiamo tralasciato la nostra amata Val Pellice con alcune istantanee dal Rifugio Barbara. Per noi va bene così ci piace ricaricarci spesso e per breve periodo in modo da poterci rigettare con lo spirito rinfrancato nei rispettivi lavori. Non nascondo che mi manchi il mare ma per quello ci pensa Gisella a tenermi compagnia altrimenti il marito lo farei fuori hahaha vi lascio contemplare cotanta bellezza (riferendomi ovviamente a noi)

buona domenica

questo è per me un periodo in cui progetto un sacco .. credo da sempre. Non amo molto l’estate perchè per me è tempo di assenza e separazioni cose che solitamente non vivo benissimo. Preferisco l’autunno che porta nuovi  amici nuove proposte chissà magari nuovi lavori ma sempre una nuova conoscenza di me. In più arriva anche il nuovo catalogo ikea il che non guasta. In questo periodo sono entrata un po’ in botta con i tarocchi, non lo so non ci capisco nulla ma mi affascinano un sacco chissà magari approfondirò questa voglia giusto perchè se mi è venuta qualche motivo ci sarà no?interessi

Questa settimana sono in ferie e sarà una settimana in cui ritinteggerò casa passando dai colori giallo e arancione alle tonalità dall’azzurro al grigio. So già che butterò un sacco di roba, qualcosa lo regalerò e altro ancora lo metterò in vendita anzi lo affiderò al franchising Il mercatino.. se ci guadagno qualcosa bene altrimenti pace almeno non avrò lo spazio occupato. Il motivo è semplice ho bisogno di lasciar andare le cose che non sono importanti per avvicinarmi meglio alla mia essenza, vestiti compresi … non posso avere li cose che non mi comunicano più emozioni , non mi rappresentano o non mi stanno più bene … basta via liberiamo gli armadi e le scatole con l’obiettivo di dare più spazio a me stessa

letture

il maree qui sono abbastanza fiera di me perchè ci ho dato abbastanza dentro, ho letto il bellissimo libro di Genovesi “il mare dove non si tocca”, mentre per l’altro ci avevo messo impegno per farmi prendere dalla storia per questo è stato amore viscerale praticamente da subito. Mi sono innamorata di tutti i personaggi …quasi mi pareva di vedermeli davanti gli zii … eh niente mi sono lasciata trasportare dal racconto di questo bambino ascoltando le mie emozioni che facevano scorrere lacrime di gioia e commozione a momenti alterni.. insomma un bel libro assolutamente da leggere anche se io non sono assolutamente nessuno in materia di consigli

libriletterari; però che dirvi mi ha lasciato un po’ d’amore nel cuore. Se serve anche voi sapete dove trovarne un po’. Dopo aver solcato mari di soddisfazioni e godimento mi sono schiantata su un paio di iceberg … uno non l’ho capito: cioè ne ho apprezza l’assoluta genialità ma nulla di più…. dall’altro mi aspettavo poco ma almeno un rialzo della glicemia invece nulla caduta libera verso il vuoto….. e vabbè adesso mi sono rifugiata in un libro super stellato non credo mi deluderà ma ci andrà un po’ prima che lo finisca perchè è lunghetto

COLORIAMO LE GIORNATE…

a volte ci troviamo immersi in giornate grige con umori pessimi perchè siamo impegnati a guardarci l’ombelico. Se alzassimo lo sguardo potremmo trovare un amico con cui andare al mercato, prendere un caffè, scambiarsi consigli oppure semplicemente stare assieme. Io ho un sacco di persone che mi vogliono bene, è un dono cui non penso spesso e per il quale non ringrazio abbastanza , anche io spesso vittima dell’adorazione ombelicale… nel mio caso è proprio un problema trovarlo per cui potrei pure essere giustificato o comunque avere un premo come giovane archeologo…

La scorsa settimana mi sono trovata con Gisella per dare nuova vita ad un sacco di lana che mi ha regalato Lucia e così ho ricevuto in dono una domenica piena di gioia senza fare nulla se non stare con altri.  Ricordiamocelo ogni tanto che per non essere soli occorre per prima cosa altare lo sguardo per incontrare gli occhi di qualcun altro.  Oggi inizio le ferie voglio aggiornare il blog e dedicarmi a un sacco di cose tra cui tinteggiare cucina e scale…. vediamo cosa ne uscirà

ovviamente grazie a Filly per aver organizzato il corso di tintura della lana presso la Merceria Pessiva di Rivoli e ai prezioni insegnamenti di Elbert altrimenti col cavolo che riuscivamo nella produzione.

Ps io devo ancora fare i gomitoli… altro che meditazione zen questa si che sarà un’esperienza di profonda introspezione