me · relax

Piccoli esploratori

Arrivo a casa distrutta dalla caldazza torinese…. godo come un riccio di questo venticello preludio forse di un temporale … ma ormai sono a casa chissene. Mi svacco… cioè distendo le mie adipose membra sulla poltrona del balcone e ammiro il mio giardino…. talmente verde che tra un po’ esce Moogli a saltarmi

 

dalle frasche -dicesi urge resecare le fronde- e niente vedo lei tenera timida gatta che li mortacci sua fa le.scalate sul telo del gazebo… eh niente ridente felino che te possino nonostante lo.smisurato.amore che ho per te, per altro ormai geriatrico felino sappi che le spese ortopediche o osteopatiche saranno addebitate sul tuo conto