BUON ANNO

E anche il 2017 ci saluta benvenuto 2018 speriamo che come dice Paolo Fox sia un anno superlativo …un ano in cui sono decisa a FINIRE una serie di cose iniziate e probabilmente ad iniziarne altre 1000.

Auguri quindi da queste pagine che vi hanno accompagnato e dai visi che le hanno rese ricordi speciali

Annunci

Blog CandY

Cos’è un blog Candy? è la possibilità di vincere un oggetto in questo caso fatto a mano perché chi lo ha creato sta festeggiando qualcosa… Domani è l’ultimo giorno di un anno davvero molto molto particolare per ricchezza e per gioia… molte persone mi hanno regalato momenti meravigliosi e ricchi d’amore.  Ho imparato tantissimo, sono cambiata parecchio e somiglio sempre di più  a quello che vorrei essere… e allora ho voglia di festeggiare con voi un anno passato assieme alle pagine di questo blog per cui ecco il premio

26112189_10215258800494116_8320865657621895416_n

il premio in palio è una tovaglietta da colazione in tema natalizio e come fare a vincerla?

  1. condividete il concorso 
  2. iscrivetevi al mio blog 
  3. scrivete un commento al mio post su fb 

al 7 di gennaio estrarrò il nome della persona che vincerà la tovaglietta e quindi vi manderò un messaggio per avere il vostro indirizzo.

 

SONO SOLO LAVORETTI…

un po come cantava Bennato sono solo canzonette. Mi fa sempre sorridere quando alcune persone si rivolgono a me e con tono quasi di biasimo mi dicono …”ma questi lavoretti li fai tu?” oppure “ma non ti annoi a star li con i tuoi lavoretti”. Ebbene no non mi annoio, per me creare è il modo in cui mi esprimo, il modo in cui rifletto, il modo in cui in un certo senso medito…la sicurezza di abbandonarsi ai punti di un nuovo progetto di maglia, il calore nel manipolare la lana o l’eccitazione nella scelta dei tessuti da abbinare per me equivale a star bene è il modo in cui recupero le energie per veicolarle al cervello per quando lavoro. Insomma non sono solo lavoretti ma di solito sono momenti che regalo a qualcuno cui voglio estremamente bene. Diciamo che sono la concretizzazione della serenità e quindi no non mi annoia anzi.. mi annoio di più a passare il tempo a pranzi o cene in cui non so cosa fare e gli argomenti non sono proprio i miei preferiti.

Oggi pomeriggio sono andata in un negozio di lana a Pinerolo che si chiama Filo-sofia , per me è stata una novità anche se in realtà è aperto da un po’: il venerdì c’è il knit cafè e approfittando  della giornata di ferie ho deciso di parteciparvi.  il negozio è davvero bellissimo fornitissimo e soprattutto fornito di filati davvero vari dai pregiatissimi tinti a mano a quelli più commerciali senza però scendere di qualità… entrando nel negozio sentire immediatamente la competenza della padrona di casa e la gioia che mette nel suo lavoro… potrete ammirare bellissimi scialli e simpaticissimi pupazzi amigurumi … tecnica che io adoro. Spesso chi come me vive in valle guarda ai negozi di Torino con un po’ di invidia… non è questo il caso… se vi piace fare maglia e uncinetto, se volete imparare e se volete stare assieme ecco il posto è quello giusto e non potete non farci un giro. Passare del tempo in posti così mi fa sentire più diciamo … normale e i miei non sono più solo lavoretti.

Così in compagnia ho continuato il modello Bellezza interiore sempre di Emma Fassio e poi la sera ho terminato il mitico berretto Mar’s Hat …. stasera ci darò dentro con la maglia perchè la vorrei indossare al più presto.

Intanto questi giorni ho messo nuovamente in ordine la mia craft room… piano piano c’è sempre più organizzazione.

TESTA CALDA…..

ma che avete capito testa calda per me è un consiglio. Nel periodo invernale io senza berretto proprio non ci so stare anzi … giurato che se me lo dimentico mi viene immediatamente la cefalea, un po’ come la cervicalgia quando dimentico la sciarpa. Mi rendo conto che sto dando una bellissima immagine di me, praticamente sono in scadenza come lo yogurt in frigo da una settimana … per fortuna non faccio la muffa o per lo meno non ancora.

la mia passione per berretti e sciarpe ben si sposa con la mia passione verso la maglia e l’uncinetto anzi vi dirò di berretti ad uncinetto me ne sono fatta davvero parecchi mentre a maglia solo uno .. quindi mi sono imposta id recuperare. Ho scelto un modello di Emma Fassio che si chiama Mar’s Hat ed è assolutamente adatto anche alle principianti coi ferri circolari (vi lasci il link nel caso lo vogliate acquistare).26000958_10215233905351753_31073779085398064_n

Sono partita in quarta tutta gasata … mi sono sparata su Tim Vision un bel po di puntate di A good wife eeeeee tatatan mi sono accorta di aver capito male la ripetizione delle maglie e quindi?  E quindi niente ho creato un nuovo cappello …. non me ne voglia Emma (so che lei è per le personalizzazioni) il suo lo rifarò a breve …. mi ha fatto troppo ridere l’aver constatato di aver preso una super cantonata …. e voi che fate quando vi siete accorti di aver sbagliato qualcosa? Disfate tutto oppure trovate uno scaltro escamotage per evitare di rifare tutto quanto? io ho sempre cercato escamotage … lo so sono una brutta persona , ma di rifare tutto proprio non se ne parla. D’altronde io credo anche se se il lavoro ha qualche piccola imperfezione acquisti valore come fatto a mano… per la perfezione c’è già il lavoro seriale dell’industria…. ah già ovviamente parlo di piccoli errori … cioè di quelli che sai tu che li stai compiendo ma che gli altri potrebbero tranquillamente non vedere.

Il filato utilizzato è un Atzeca di Katia costo circa 8 euro al gomitolo …. un filato che rende molto e che è super morbido e io adoro

LETTURE

Ancora non ho finito il libro di Lars Kepler anche perché il mio tempo libero è stato assorbito dai regali di natale e del lavoro top secret che finalmente è terminato (almeno lo  è la parte più complessa).

Oggi ero nella stanza degli hobby intenta come al solito a riordinare… solo chi ha una craft room sa quanto bordello si rigeneri anche se in apparenza tu non stai facendo nulla..manco ci fossero gli elfi di Babbo Natale che ci lavorano di notte (e vi assicuro che non è così). Mi è venuta un’ispirazione…

Il mio e-readr ormai poveretto vecchiotto (me lo sono comprato nel 2012) è senza una cover decente e quindi… e quindi me la sono immediatamente create con un bel sapore Natalizio e anche un po’ in stile fiaba “Il soldatino di piombo“. Ho infatti cercato la stoffa più adatta e ho dato vita ad un regalo fattomi da Daniela lo scorso anno e che ancora non avevo utilizzato … un po’ di imbottitura e Guglielmina (l mia Necchi510) ha fatto il resto.

26047187_10215233887631310_214601871739505604_n

E  voi come leggete? siete di quelli “O mio Dio aborro la lettura digitale perché necessito di odorare la carta…. oppure per semplice comodità di trasporto vi siete convertiti al digitale?”. Come trasportate i libri in borsa? io alla fine preferisco l’e-reader anche perché non si rovina nel trasporto… viaggiando in treno la mia borsa è sempre super piena e odiavo quando si formavano le pieghe alle pagine…

Quest’anno cercherò di leggere di più spero che la mia accattivante cover mi possa incentivare ….. A presto.

Ps: se avete voglia rispondete alle mie domande è sempre piacevole leggere i vostri commenti

BUON NATALE

niente batte la felicità del risveglio la mattina di Natale anche senza bimbi che circolano per casa…. riuniti dopo un cenone fatto di risate ci si sveglia carichi di regali. Adoro fare i regali quei regali pensati appositamente e che danno agli altri la precisa sensazione di essere stati pensati e che in quell’oggetto sia contenuto un po dell’amore che proviamo per loro. non mi resta che augurarvi Buon Natale

…profumo di feste

in questi giorni ci ho dato dentro con le questioni natalizie … nonostante gli orari un po’ assurdi, gli sioperi dei mezzi e i sempre attuali ritardi di Tremitalia sono riuscita a concludere la maratona natalizia incolume , senza crisi di panico e ora posso godermi la parte che preferisco…..gli incontri natalizi. Adoro incontrare amici sparsi approfittando dello scambio auguri per vedersi almeno per un caffè; proprio come è successo con Cecilia. Non ci vedevamo da un sacco e come semrpe è stato davvero meraviglioso… parlare con le persone che ci vogliono bene e a cui noi stessi ne vogliamo è un chiaro esempio di come il tempo bene speso si trasformi in energia che ti riempie di voglia di vivere e di gioia. Vi sembrerà un post un po’ melenso pazienza … sarà un post dal sapore candy candy … daltronde è il periodo siamo tutti più buoni o no?

Questo è enahe il periodo in cui si tirnao le fila dell’anno in conclusione … ma è ancora troppo presto per pensare a cosa scrivere nella nuova agenda del 2018.25152149_10215098449965453_8765233591340331277_n

i miei animali in compenso riescono a lasciamri sempre senza parole … io sposto il materiale e loro si conformano agli spazi più assurdi come se non avessro comode cucce

intanto ho inziato un altro libro … è Lars Kepler a tenermi compagni in treno ad ora lo trovo davvero coinvolgente.. vi farò sapere appena lo finisco

6020608