ANDIAMO A CIASPOLARE

Questo fine settimana io e mio marito ci siamo regalati un week end lungo assieme per festeggiare il nostro anniversario di matrimonio (che era il 7) e San Valentino ..così ci siamo tolti il problema del regalo.

Destinazione Valle d’Aosta cittadina..anzi paesello Etroubles un piccolo paese poco distante da Aosta. Siamo partiti che già nevicava a Cantalupa..figuriamoci su. Ovviamente verso l’ora di pranzo eravamo a d’Aosta e ci siamo fermati per pranzare alla trattoria degli artisti dove ho mangiato uno dei piatti tipici cioè il Valpellinentze …una bontà. se non l’avete mai assaggiata è una grande mancanza al vostro repertorio culinario e vi assicuro che mangiarla in questo locale ha il suo perchè. Situato al centro di Aosta è accogliente e tranquillo, il personale è squisito e l’ambientazione creata da quadri e musica rende il tutto meraviglioso. Tra l’altro anche i prezzi sono decorosi e se vi piace bere la c antina è degna di attenzione. aosta-pranzo

Finito di mangiare siamo andati al nostro hotel scelto tra le opzioni di uno smartbox che ci hanno regalato dei parenti. abbiamo mangiato sempre li e ci siamo trovati bene. Stanze pulite personale gentile..potevano far meglio nella colazione a mio dire ma per il resto non si può dir nulla… forse un tantino freddino ma quello è personale.

il paese è davvero caratteristico ci tornerò in estate perché fa parte dei comuni fioriti ed è un vero e proprio museo a cielo aperto scarsamente apprezzabile con la neve. Neve che però ci ha regalato la possibilità di andare a ciaspolare e di scoprire una valle davvero bella e a dimensione di bambini (ci siamo imbattuti in una pista da bob ce avrei giocato pure io ahah). insomma due belle giornate all’insegna di natura cibo e esercizio fisico più o meno in quest’ordine hhaaha

WELCOME BABY

Che meraviglia quando si affaccia al mondo una nuova vita e che bello è per me cercare di creare un qualcosa che diventi un ricordo unico testimonianza del tempo dedicato a pensare a quelle persone, a quella famiglia che cresce. lo so ho una visone romantica dei regali…ma per me è così un regalo tanto per farlo raramente mi succede e se capita mi dedico alla spasmodica ricerca internettiana almeno di un’originale amenità. In questo caso dopo aver consumato le bacheche Pinterest dei sacchi nanna (ed aver peraltro creato la mia) me ne sono inventato uno tutto mio… questo sacco nanna ha la possibilità di essere aperto completamente ed usato dunque per cambiare il pupo…. completamente apribile si può usare anche nei passeggini e seggiolini, in più per i periodi più freddi ci ho aggiunto la possibilità di mettere una bella imbottitura peluche. ecco il mio lavoro…lo devo ancora consegnare ma mi piace da impazzire… sacco-nanna-nadoro anche la stoffa , me ne sono rimasti dei piccoli scampoli magari mi ci faccio una pochette o un bel portamonete piccino. Chissà magari riesco a farci anche un tutorial da pubblicare sul blog Le ragazze ago e filo … tra l’altro tenete d’occhio il blog perchè stiamo preparando dei nuovi tutorial che accompagneranno la nuova edizione dei laboratori creativi a Cantalupa che inizieranno il 3 marzo. Domani si parte per la Valle d’Aosta quindi la vena creativa si blocca da sola. Ci leggiamo al rientro.

SANREMO

come ogni anno lo guardo….indipendentemente dai conduttori e anche dai partecipanti che onestamente quasi non conosco…. é valsa la pena rimanere sveglia a vedere Richy Martin sempre meraviglioso e coinvolgente. Insomma come ogni anno lo criticheranno ma a me il Festival piace anche per i ricordi che immagino me evoca. intanto per non perdere tempo ho fatto i guanti a mia sorella…

con la lana del cappello almeno sará coordinata