Senza categoria

NOVITA’

questa settimana è stata impegnativa ma il tempo per me cerco di ritagliarmelo sempre quindi sono riuscita ad andare dalla parrucchiera perchè di quei capelli lunghi non ne potevo proprio più e a iniziare una nuova coperta. La coperta è un progetto anglosassone si chiama Demelza e per realizzarla seguirò i video tutorial come per la coperta Sophie. il filato l’ho preso da Di lana e d’altre storie che me lo hanno preso direttamente dagli states quando mi è arrivato non avete idea di che profume sprigionasse quella scatola. I colori sono bellisismi e le prime granny le torvo estremamente delicate .. insomma già la adoro.

Intanto ho cotinuato con le borsine e i segnalibri… Cantalibri si avvicina manca solo una settimana spero di divertirmi con Luisa (ragione principale della mia adesione)

dovrei anche studiare… e li è un tasto dolente anche se in effetti un bel po di lavoro quest’estate l’ho fatto .. di sicuro almeno sul campo

Senza categoria

FERTILITA’

Questa settimana si è contaddistinta per la mitica campagna del fertility day promosso dalla nostra beneamata Ministra Lorenzin. Per altro lavorando io in Sanità è proprio il mio ministro specifico…. ora io mi astengo quasi sempre da queste polemiche ma una riflessione la butto pure io così in stile eravamo quattro amici al bar gonfi in bociofila (stadio pre cocainomane). Io lavoro in oncologia….ho ben presente quante donne ho visto che gli piacerebbe un bel po’ essere fertili ma niente la sfiga ha colpito e a quello hanno dovuto rinunciare…ma soprattutto vado in giro per la ridente cittadina e mi accorgo che alcuni forse non dovevano proprio esserlo fertili e che il mondo in cui viviamo stressa i bambini più dei genitori …. ma non era questa la riflessione. Forse e dico forse si puà essere genretivi senza essere fertili… generatori di idee, di valori, di amicizia, di amore insomma in un’epoca in cui esistono le famiglie allargate forse sarebbe il caso di includere nelle nostre vite più che entrare in paranoia per la fertiizzazione mica sono un campo di grano. Potremmo provare a fare delle magliette con scritto “terreno in scadnza pregsi di fertilizzare”.

Io capisco il MInistro ha copiato le campagne anglosassoni dove la popolazione non si è scomposta anzi ha risposto alla pubblicità? Ottimo ma noi non siamo anglosassoni abimao la nostra storia la nostra cultura e la nostra politica.. questa abitutine a generalizzare ci traforma in campi di grano.

PS io non ho figli, non sono un campo di grano, non metto magliette con scritte e sono un genratore di “pensieri diversamente intelligenti” conta lo stesso?