Senza categoria

INCONTRI CREATIVI

Come sapete… ma anche no…. allora iniziamo dal principio …nel lontano 2009 attraversando un’importante crisi personale causata dai soliti soggetti che sono sinceri e ti dicono le cose in faccia … mi sono rifugiata nel mondo creativo partendo da ciò che mi pareva di saper fare meglio cioè? il punto croce… ho così conosciuto il forum delle ricamine xsp. Ho iniziato a aprtecipare sempre più attivamente e ho conosciuto prima il gruppo di ricmanie Torinesi e poi con il raduno a Roma ne 2010 ho conosciuto un sacco di altre persone … ecco da questo mondo continuo ad attingere e dare amore affetto e stima non tanto come parole buttate lì ma realmente. 20160922_173933

Cinzia e Caterina hanno dedicato un po’ dle loro tempo per venirmi a salutare in albero questo per me è stato molto importante perchè so bene il valore dle tempo e delle mille cose da fare che si hanno semrpe a casa. Grazie davvero, vi voglio bene

Senza categoria

SAN MARINO

Gita in bus a San Marino … mi ero dimenticata quanto questa mitica Repubblica (almeno il suo centro storico) fosse maledettamente in salita. Per fortuna c’è un simpatico trenino che ti porta alla torre 2 e dove si può vedere un’interessante mostra sulle armi antiche…. non ci ho capito una mazza ma era pieno di gente che semprava davvero capirci … il che mi ha sorpreso…notate la mia faccia tronfia sul trenino

abbiamo camminato un bel po e anche qui sono stata contagiata dalla sindorme del turista giapponese.. ho fatto un bel po di foto (complice il panorama mozzafiato (ma almeno mi sono risparmaita l’onta del bastone da selfie che continua a spopolare)

il tempo era bello ma a un certo punto un vento terribile …. ma niente ci farma a noi…. abbaimo continuato il nostro giro fatto le spese del caso e poi siamo rientrati .. apena in tempo perchè poi ha piovuto fino a sera

Senza categoria

IO NON TEMO IL METEO

Alla fine il meteo continua a dare tempo variabile con possibilità di pioggia fino al 50% ma non ci scoraggiamo e decidiamo di andare?

a vedere la prima foto sembrerebbe in camporella invece no…non chiedetemi perchè ma google maps quando lo interrogo mi risponde sempre con strani itinerari naturalisti…. insomma siamo andati alla Mini Italia. quando ero bambina aveno tanto invidiato mio cucgino perchè ci era ndato in gita… stavolta mi sono divertita io

vabbè che dire ci siamo ammazzati dal ridere… ho portato Silvio sui tronchi ma purtroppo ovviamente non ho la foto in formato digitale di questa impresa ma me la sono fatta stampare per ricattarlo in futuro hihih… in compenso ci siamo ammazzati di giri in gondoloa sulla Venezia ricostruita…davvero una bellissima ricostruzione sono stati bravissimi

Senza categoria

FACCIAMO DUE PASSI

mi manca un uncinetto potremmo fare 4 passi tanto oggi danno brutto. Usciamo alle 9 le signore delle pulizie ci facevano già la posta facciamo una serie di camminate sui moli belli pieni di energie

 camminiamo per strade artistiche 

e piano piano arriviamo a Rimini… come sempre ci perdiamo perché volevamo arrivare da lei…. 

Silvio era discretamente terrorizzato io non ci salivo da 25 anni ci andavo con papà e mi sono divertita lui un po meno

e poi abbiamo camminato fino al rock island a vedere la statua fatta in onore delle mogli dei marinai

un’opera davvero bellissima …ma si era fatto tardi e alle nostre spalle il maltempo tanto chiamato dai meteorologi ci stava seguendo 


 insomma abbiamo fatto 23 km più o meno e l’uncinettonon l’ho trovato…avevate dubbi?

Senza categoria

TRECENTO

no non mi riferisco al film che racconta la battaglia delle Termopili anche se onestamente avrebbe potuto finire in modi molto simili… ma andiamo per gradi.

in un sabato qualunque, direi autunnale dal sapore estivo (tradotto un caldo da far morire l’ultimo dei Tartari,…) un gruppetto di 4 donne si reca a modena per un incontro di uncinettine  organizzato da LAura Soria sempre per Lo stato libero di catenella. Appuntamento prestisismo in stazione a Porta Nuova …ovvia colazione con amicizie acquisite e attesa del binario ….lo so io e Gisella abbiamo l’ansia e arrimo semrpe prima come dice Antonella per pulire i binari ma qualcuno lo dovrà ben fare no?

benisismo esce il binario saliamo in carrozza ci accomodiamo e iniziamo a ciacolare … direi che dopo 30 minuti di gozzovigliamento Gisella ci riporta all’ordine e iniziamo a uncinetare il progetto che dovevamo condividere con il gruppo (mai una volta che ci si abbandoni al cazzeggio duro e puro).modena1

tutto regolare arriviamo alla meta con una certa concitazione perchè ovviamente noi prima dell’ultima fermata ci mettiamo a ciacolare e abbiamo ritirato il materiale in fretta e furia.

scendiamo belle come il sole nella ridente cittadina e la nostra women map (chi sa sa) tira fuori la cartina….panico nulla pare combaciare…. cammina cammina il gruppetto di donzelle decide di molestare due vigili urbnani che dopo averci rassicurate sul fatto di essere a modena (no non avevamo bevuto) ci indicano la retta via –> soluzione dell’arcano avevamo la cartina errata ahahahahah stavamo morendo dal ridere. Per fortuna abbiamo trovato una cartina modello vintage cui affidarci modena-2cammina cammina il gruppetto si ferma a prendere il caffè e ovviamente io mi sono tracannata un panino con la mortadella non sia mai detto che non apprezzo le bellezze locali) cammina cammina si arriva alla meta e dopo aver salutato e sbaciucchiato tutte 8nonchè aver ottemperato a consegna materiali ecc) lavoriamo per un’oretta e poi… ovviamente pranzo da nababbo concluso con un superbo cioccolatino che si chaimava così.modena-5si torna a lavorare 32 gradi umidità a bomba e la lana che non scorre tra le dita…si ride e scherza modalità adolescenti. alle 17 il gruppetto di donzelle saluta el amiche e decide di fare un piccolo giretto per bellezze locali (no non per locali di ristorazione malpensanti!!!) cammina cammina pensiamo di comprarci un roseto e un limone ma desistiamo ..arriviamo in stazione e io vado a comprarmi il panino per la cena … vi vedo non c’è molto da ridere io tengo il metabolismo allenato con baguette ripiene altri con barrette energetiche (che secondo me danneggiano le trasmissione neuronali) modena3

uscite dal bar arriviamo al tabellone eeee……modena2b

boia faus qui non si riesce a rincasare…per fortuna abilissimo funzionario delle FS ci da le dritte giuste dirottandoci comodamente all’assistenza clienti di Bologna dove vodvevamo pietire l’autorizzazione a tornare a Torino con l’alta velocità. Arrivate  a Bologna otteniamo la pietà (scene tipo richieste di indulgeza papale mancava solo l’inginocchiatoio li davantia l bancone) insomma senza alcun favore neppure di nautra sessuale siamo tornate a casa in buisness class una roba veramente da urlo 14344948_10210678450468228_6547436006487625453_n

ci sediamo e a fainco a noi si siedono un vecchietto e  un giovane adone…a un certo punto guardo Gisella ammiccando e dico: però mica male e lei mi rismponde “ma dai che scherzi…ma sei fuori?” bhe dai non è mica male dico io … lei mi guarda sbigottita credeva parlassi dell’anziano….. un raro caso di gerontofilia acuta insomma…. ripeto barrette energetiche e bavande energizzante nuociono gravemten alla conduzione elettrica neuronale …trado Gisella stai fuori com un balcone

piccola riflessione se i figli adolescenti usceissero con il gurppo di donzelle richiederebbero adozione immediata presso altre famiglie ahahah.

seconda riflessione grazie di cuore Gisella , Silvia e Antonella per le chiacchiere e per le risate ho passato un sabato meravigliso cui davvero la mia memoria ricorrerà per ritrovare il sorriso.

 

Senza categoria

NOVITA’

questa settimana è stata impegnativa ma il tempo per me cerco di ritagliarmelo sempre quindi sono riuscita ad andare dalla parrucchiera perchè di quei capelli lunghi non ne potevo proprio più e a iniziare una nuova coperta. La coperta è un progetto anglosassone si chiama Demelza e per realizzarla seguirò i video tutorial come per la coperta Sophie. il filato l’ho preso da Di lana e d’altre storie che me lo hanno preso direttamente dagli states quando mi è arrivato non avete idea di che profume sprigionasse quella scatola. I colori sono bellisismi e le prime granny le torvo estremamente delicate .. insomma già la adoro.

Intanto ho cotinuato con le borsine e i segnalibri… Cantalibri si avvicina manca solo una settimana spero di divertirmi con Luisa (ragione principale della mia adesione)

dovrei anche studiare… e li è un tasto dolente anche se in effetti un bel po di lavoro quest’estate l’ho fatto .. di sicuro almeno sul campo

Senza categoria

FERTILITA’

Questa settimana si è contaddistinta per la mitica campagna del fertility day promosso dalla nostra beneamata Ministra Lorenzin. Per altro lavorando io in Sanità è proprio il mio ministro specifico…. ora io mi astengo quasi sempre da queste polemiche ma una riflessione la butto pure io così in stile eravamo quattro amici al bar gonfi in bociofila (stadio pre cocainomane). Io lavoro in oncologia….ho ben presente quante donne ho visto che gli piacerebbe un bel po’ essere fertili ma niente la sfiga ha colpito e a quello hanno dovuto rinunciare…ma soprattutto vado in giro per la ridente cittadina e mi accorgo che alcuni forse non dovevano proprio esserlo fertili e che il mondo in cui viviamo stressa i bambini più dei genitori …. ma non era questa la riflessione. Forse e dico forse si puà essere genretivi senza essere fertili… generatori di idee, di valori, di amicizia, di amore insomma in un’epoca in cui esistono le famiglie allargate forse sarebbe il caso di includere nelle nostre vite più che entrare in paranoia per la fertiizzazione mica sono un campo di grano. Potremmo provare a fare delle magliette con scritto “terreno in scadnza pregsi di fertilizzare”.

Io capisco il MInistro ha copiato le campagne anglosassoni dove la popolazione non si è scomposta anzi ha risposto alla pubblicità? Ottimo ma noi non siamo anglosassoni abimao la nostra storia la nostra cultura e la nostra politica.. questa abitutine a generalizzare ci traforma in campi di grano.

PS io non ho figli, non sono un campo di grano, non metto magliette con scritte e sono un genratore di “pensieri diversamente intelligenti” conta lo stesso?