Senza categoria

ACCESSORI….

Chi mi conosce lo sa io odio l’abbigliamento costoso o gli accessori costosi. … o meglio sono disposta a spendere solo per oggetti hande made e che quindi sono unici. In questa stagione chi come me fa il pendolare in treno vive la sindrome della colite o cervicalgia paradossa. ….. praticamente ti vengono appena arrivi in treno.

Ho quindi pensato fosse necessario farmi una bella kefia che proteggersi la mia cervicale ma anche oltre… l’ispirazione l’ho  avuta dal cotone Katia che quest’anno ha fatto colori eccezionali (nello specifico CAPRI PRINT) e da Laura Soria che ha ideato il modello…. Mi ha aiutata anche la mitica Fanny del gruppo senza la quale le rifiniture sarebbero state molto più  anarchiche.

Insomma ora ho un capo bellissimo che nessuno può  avere tranne me … spesso quando mi vedono in giro con uncinetto e filato non vengo capita. ..Mi viene chiesto se mi porto il lavoro dietro ma per me élite davvero un modo per stare meglio….

E ora mi metto a leggere per distendersi. .. Stasera ho l’esame di cucina.

Senza categoria

NATURAL….MENTE

Perché la cultura non passa sempre dalle aule oppure dallo stare composti nei banchi. Mentre che meno teatri di cultura devono essere sempre antichi e fattosi teatri…

image

La natura ci offre meravigliose possibilità. ..Il nostro territorio c’è ne offre, dobbiamo solo stare attenti e coglierli. Anzi  forse bisogna vincere la pigrizia della tediosa lamentela del “e ma qui non si fa mai nulla e partecipare a quello che si fa in modo da essere protagonisti di bei momenti. COMPLIMENTI ai giovani gestori del rifugio Pian muné perché  non si sono mai scoraggiati e hanno rivalutato un bel territorio per tutti …persino per i sedentari come me….COMPLIMENTI ai gruppi musicali che hanno partecipato perché sono stati davvero meravigliosi e il pubblico ha gradito.

image

Io come sempre faccio fatnica in montagna perché tollero male lo sforzo fisico e preferisco fare attività a casa ma mi sono rilassata e divertita con la mia famiglia con la quale non passo mai abbastanza tempo.

image

Salva

Senza categoria

VOGLIA DI COLORE

Ho un sacco di progetti da finire e non avete idea di quanti sono li che bussano al mio cervello. Ma so di non avere tempo a sufficienza per far tutte le cose che amo e poi mi voglio anche riposare. Quindi dopo aver finito il poncho (ora la parte difficile é beccare mia sorella per consegnarglielo…) mi dedico alla kefia sempre modello Laura Soria direttamente free dal gruppo Lo Stato Libero di Catenella (fb) …

image

Mio marito mi ha regalato questo bellissimo filato Katia che io adoro non solo perché é variegato ma proprio per la meravigliosa consistenza.  Il modello scorre veloce e i miei pensieri scorrono con il filato tra le mie mani… Altro che yoga … Anche luncinetto e la maglia sono meditazione. Domani se il tempo non a casino si va in montagna

Senza categoria

VOGLIA DI ESTATE

Finalmente é arrivata… La tanto agognata estate. Per fortuna qui a casa mia il caldo c’è ma è anche accompagnato da una bella arietta fresca il che permette almeno di riposare. Da oggi sono in ferie per una settimana, non ho progetti grandiosi se non quello di riposarmi e essere felice. E allora il modo migliore é metter mano a un lavoro creativo e finirlo. Laura Soria é una bravissima designer di uncinetto … Nel modo specifico di free form. … eh già nel mondo dell’uncinetto esistono le designer perché non é una passione per vecchiette sfigate ma un hobby creativo e artistico che va oltre l’idea  (tipicamente italiana) di centrino e tende. E poi esiste pure un free form cioè un uncinetto che utilizzando altri punti oltre a quelli tradizionali crea un mondo 3D da lasciarti di sale… E Laura è  tutto questo è anche di più. .. Una donna piena di energie positive che mette in comune,  energia e passione per questo mondo che trasmette senza che te ne accorgi… insomma io la adoro e quando riesco partecipo ammirata ai suoi corsi ma ancora di più partecipo agli incontri con altre donne che fanno uncinetto e li davvero ci si diverte un sacco. Ora ho fatto una filippica per dire che stamattina ho finito il modello di PONCHO che ci ha proposto è che io ho fatto per mia sorella.
A manualmente abbiamo comprato del cotone grigio e del filato blu lurex da mettere assieme  in modo da dargli più luce… Il risultato é meraviglioso.

image

Non vedo l’ora di consegnarglielo. E ora a tutta birra verso la mia settimana di relax

Senza categoria

FORMAZIONE E POSSIBILITA’

Oggi sono stata ad un corso di formazione… noi infermeir (come gli altri operatori del mondo sanitario) dobbiamo conseguire dei simpatici crediti formativi ogni anno (50 per l’esattezza): c’è chi parla di buisness, chi li sostiene strenuamente come evidenza dell’aggiornamento continuo e testimonianza di crescita professionale e chi come me li sceglie in base all’interesse reale e alla possibilità di divertirsi e star bene.

Insomma stamattina arrivo li un po contro voglia …al lavoro avevo un sacco di cose da fare, mi spiace aver lasciato i colleghi in difficoltà e poi pensavo … questo argomento l’ho già masticato in qualsiasi menu.

Invece sono arrivata li e dopo un inizio difficoltoso ho carburato e ho conoscito delle simpatiche colleghe … eravamo circa 14 persone ho parlato approfonditamente con le compagne di banco (3) e con un’altra mentre aspettavamo la metro … con gli altri non ci sono stati scambi … e su 4 persone con 3 avevamo 1 conoscenza in comune (almeno una ) e vi assicuro io queste persone non le avevo mai viste neppure nei reparti o in qualche altro corso… mi è quindi venuta in mente  la canzone della Michelin che io adoro “Nessun grado di separazione”

copio da un’altro sito

Secondo l’ipotesi dei sei gradi di separazione, ognuno di noi può essere collegato a qualunque altra persona al mondo attraverso una catena di conoscenze non più ampia di cinque individui. La prima formulazione della teoria non ha in realtà origine scientifica o statistica, ma si ritrova piuttosto in un racconto, intitolato Catene, scritto nel 1929 dall’autore ungherese Frigyes Karinthy. Nel racconto, si riflette su come «la rapidità con cui si diffondono le notizie e l’utilizzo di mezzi di trasporto sempre più veloci abbia reso il mondo più piccolo rispetto al passato». I protagonisti del racconto provano quindi a capire quante conoscenze sarebbero loro necessarie per entrare in contatto prima con il premio Nobel Selma Lagerlöf, poi con un metalmeccanico della Ford e successivamente ancora con altri individui. Il risultato che emerge da questo esperimento è che non sono mai necessari più di cinque anelli di una catena per raggiungere la persona ricercata.

ora si potrà pensare che io abbia fumato cilum di dimensioni colossali invece vi stupirò NO.. ho pensato a tutte queste cose perchè spesso noi ci rintaniamo in noi stessi, a casa oppure a guardarci l’ombelico correndo come ossessi dietro ad appuntamenti mancati o peggio a persone che non ci meritano tenendo chiuse le porte alla possibilità di incontrare persone che potrebbero angaciare la nostra vita portandoci un po’ di luce o anche solo un po’ di aria fresca.. ecco tutto qui.

Se ci arrendiamo e parlaimo con gli altri ci accorceremo di quanto le distanze di ridurrebbero… e detto questo vi lascio alla sua bellisisma voce e io vado a fare uncientto

Senza categoria

DOVE C’è AMORE C’è CASA

Titolo sdolcinato? Si bhe allora? sai che c’è ho voglia di dolcezza, di bellezza di abbracci e di amore. Perchè? perchè me lo merito e ci penso raramente ma ho deciso di non farlo più. Sono reduce da un fine settimana in cui ho accettato di fare una  full immersion importante in me, nei miei ricordi e nel dolore (onestamente non mi ricordavo che ,le sacche lacrimali fossero così capienti).

Bel fine settimana direte voi… al bivio tra lo Xanax e il rasoio .. invece no mi è esplosa una gioia dentro ed una curiosità nel vedere e trovare chi sono veramente e dove cavolo sono andata a finere che onestamente me ne andrei in giro a chiedere abbracci gratuiti (non che quelli di ieir li abbia pagati , beninteso). Complice una location davvero meditativa

e un gruppo di persone in cui l’amore lo senti veramente uscire da ogni poro mi ritrovo ad aver compiuto passi davvero grandi, ad aver sofferto ma ad aver avuto accanto persone che mi hanno sentita davvero.

Noi siamo abituati a vivere la famiglia come quella biologica ad aspettarci solo da loro l’amore che vorremmo e così ci impediamo di riceverlo dagli altri.

Vivio questa serata Felice e grata a me stessa per aver avuto il coraggio di intraprendere questo viaggio ma anche grata a queste meravigliose persone che mi hanno aiutato a portare quel fardello che mi sembrava impossibile da affrontare…. e come canta L’igabue il meglio deve ancora venire …. preparatevi magari troverò e farò uscire più spesso la bambina ribelle …intanto alcuni passi avanti li sto facendo (per la serie Work in Progress) 13406767_10209827580717016_2270523255503307735_n

e ovviamente grazie all’Associazione Filodoro Psicosintesi lo so che il lavoro non lo fate voi ma ci date il supporto per lanciarci alla ricerca  di risposte)

Senza categoria

INFARTO…

Stamattina sono salita sulla bilancia… 75 chili….molti più di quando ho iniziato la dieta stavo per morire…
Visioni della dietista con frustino mi sono apparse…Per fortuna non ho buttato la vecchia rassicurante bilancia che mi ha detto. NON HAI PRESO ne perso nulla in sostanza mi farà il mazzo comunque ahahahah.

Ma chi se ne frega questo week end sono via con la scuola e me lo voglio godere

Senza categoria

W LA” SQUOLA”

L’altro giorno mi aggiravo per blog… lo so è un’attività da perditempo ; ma poi mica tanto per chi è creativo perchè è troppo bello vedere come altre persone vivono la loro creatività… insomma è un po’ un contagio reale tramite il virtuale. Insomma bighellonando trovo il Blog HOBBY DI CARTA : U Signur direte voi già sei sempre lì con mille tavanate in più ci aggiungiamo pure la carta? Anche no… infatti non penso di dedicarmi allo Scrap giusto eprchè davvero non sono in grado di accostare colori ecc in modo così preciso. L’informazione era un’altra.. su questo blog ho scoperto un concorso (CHALLENGE) che è alla nona edizione … bisognava interpetare creativamente la fine della scuola ormai imminente.

Visto che a ben vedere anche io sono una scolara (un po’ vintage è vero ma pur semrpe scoalra) ho deciso di farmi una BAG per il libri (scritto in inglese rende meglio rispetto a borsa per i ilbri no? ahahah quindi ho unito un po’ di tempo di questo wwek end lungo (benedizione), della stoffina gattosa che giaceva li da appenana 5 anni (ancora mi chiedo perchè compro certe stoffe che poi ho paura ad utilizzarle) e della stoffa di lino grezo di ikea… all’ultimo MAnualmente ho pure preso le chiusure magnetiche per borse … e vai è un segno del destino ho pensato e quindi ho aperto il tavolo nella stanza delgi hobby eeeee…. tha dhan!!!!

Chissà probabilmente frustrerò tutti voi per andare a mettere mi piace nell’apposito album su FB .. le votazioni inzieranno il primo di luglio, sarete in vacanza vi lascio in panciolle.

E anche questa mini vacanza è terminata domani è lunedì … ma mi aspetta  un week end fichissimo quindi spero volerà

Senza categoria

PIOVE SENTI COME PIOVE PLUP. ..

Una benedizione questi 4 giorni a casa… Mi permettono di fare le cose con calma e godermi la casa. Stamattina mercato e poi…. poi ovviamente ha iniziato a piovere come sempre … praticamente più che clima temperato ormai siamo nel clima equatoriale…. Na strage altro che orto prima o poi crescono le ninfee.
Nel pomeriggio seguendo la ricetta della pagina “fatto in casa da benedetta” ho fatto i pangoccioli. Una bontà senza paragone con quelli comprati. E poi giù  di maglia… avrei potuto intitolare questo post anche ” faccia da pirla” ma non avendo vergogna condivido la foto con la prima parte di maglia indossata… ovviamente devo ancora farne un po causa circonferenza pettorali … ma pazienza di cotone ne ho in abbondanza.

image

Ora vediamo che riusciamo a combinare domani.

Senza categoria

IL SOLE DENTRO

Oggi mi sono goduta una giornata da film. Un mese fa mi sono accordata con il marito di una mia amica per farle una sorpresa e fiondarmi a casa loro. Da neppure un mese é nata la piccola Cecilia e avevo davvero voglia di vedere il suo visino ma soprattutto quello della mamma e del papà. Una giornata di ferie spesa per l’amicizia che mi ha ridato indietro un’energia bestiale. Che bello l’amore condiviso, la faccia di Dany qua do ha aperto la porta é stata davvero impagabile.  È bello sentire e vivere un po di gioia….basta poco ma spesso non c’è ne accorgiamo e io mi porto dentro questi momenti perché voglio essere consapevole di quanta bellezza mi circonda.

image

image

Ovviamente ho consegnato anche un po di doni per la principessa che mi sono spupazzata un bel po. Grazie grazie davvero perché il sole me lo sono portata a casa.